Fortuna Düsseldorf, servizi igienici agitati? I tifosi devono mostrare la carta d’identità per andare in bagno perché…

Fortuna Düsseldorf, servizi igienici agitati? I tifosi devono mostrare la carta d’identità per andare in bagno perché…

Il club tedesco ha usato il pugno duro nei confronti dei propri sostenitori dopo aver preso una multa salatissima dalla Federazione tedesca. Tifosi accusati di averne combinate di tutti i colori lontano da casa. Basterà un accorgimento per invertire la tendenza?

di Redazione Il Posticipo

Il Fortuna Düsseldorf sta vivendo una stagione tranquilla in Bundesliga: salvezza raggiunta con largo anticipo per la gioia di tutti i tifosi… peccato per i problemi legati ai servizi igienici! Questa volta nessun cattivo funzionamento in ballo: a tenere banco è quanto commesso dai sostenitori del club nelle trasferte in Bundesliga, dove i bagni, i lavandini e gli asciugamani elettrici sono stati distrutti. Basterà un accorgimento per frenare gli atti vandalici?

MULTATA – Bayern Monaco, Borussia Mönchengladbach, Mainz e Wolfsburg: fossero state vittime sul campo oggi il Fortuna Düsseldorf vivrebbe sugli allori… peccato che il terreno di gioco in cui “ha avuto la meglio” sia il bagno! Come riportato dal Sun, il club biancorosso è stato punito con una multa da 140.000 euro dalla Federazione tedesca per le intemperanze dei suoi tifosi nelle trasferte di campionato. In vista della prossima la musica però cambierà.

CARTA D’IDENTITÁ – Il club ha usato il pugno duro: i tifosi del Fortuna Düsseldorf potranno usufruire dei servizi igienici dello stadio del Friburgo soltanto dopo aver mostrato i loro documenti di identità agli stewards. Il club ha diramato un comunicato: “A causa di vari atti di danneggiamento intenzionale dei servizi igienici durante le partite in trasferta, il club vuole che tutti coloro che hanno intenzione di andare in bagno mostrino prima un documento d’identità con la propria foto”. Non sono mancate le repliche dei tifosi ovviamente! Secondo qualcuno “almeno non stanno usando un software di riconoscimento fecale”. Altri hanno etichettato l’idea come “folle” e un vero e proprio “incubo”. Secondo il direttore Sven Muhlenbeck però non c’era altra scelta: “Abbiamo preso queste misure per prendere il controllo della situazione”. I tifosi accetteranno le richieste del club? La società spera di avere…Fortuna!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy