Follie da derby: “Se segna Origi me lo tatuo…”

Follie da derby: “Se segna Origi me lo tatuo…”

Chi non ha mai fatto una scommessa goliardica legata al calcio? Beh, un tifoso del Liverpool, durante il derby del Merseyside, aveva scommesso che si sarebbe tatuato il nome di Origi se avesse segnato…

di Redazione Il Posticipo

“Non succede ma se succede…”. Quante volte è capitato di dire qualcosa del genere? Parecchie, di certo. Ogni tanto i tifosi dello sport più bello del mondo si auto-costringono a fare delle autentiche follie per aver fatto qualche scommessa su una partita. Scommettere soldi non c’entra nulla, qui si tratta di cose serie. Per ulteriori informazioni si dovrebbe chiedere a un tifoso del Liverpool che su Twitter risponde al nickname di Forever Red. E lui, per una recente esperienza personale, risponderà.

IL DERBY – Il tifoso del Liverpool nel bel mezzo di una partita è teso. Molto teso. Figurarsi poi se la partita in questione è il derby del Merseyside contro l’Everton. In ogni caso, durante la partita il nostro eroe aveva pubblicato un Tweet in cui prometteva che in cambio del goal di un giocatore in particolare, si sarebbe sdebitato tatuandosi il nome di quell’esatto marcatore.

DIVOCK –Se segna Origi mi faccio un tatuaggio con scritto ‘Divock’”. Con tutto il rispetto per l’attaccante belga, dopo il suo infortunio, proprio nel derby del 2016, il suo immenso potenziale in piena crescita ha trovato una battuta d’arresto piuttosto brusca. Probabilmente nemmeno lo stesso Origi avrebbe pensato che sarebbe subentrato in una partita così importante. Figuriamoci quanto sperava di segnare.

PROMESSE –  E allo stesso modo la avrà pensata il tifoso. Il più classico dei “ma ti pare che segna Origi?”. E invece sì, ha segnato proprio Origi. All’ultimo secondo, per giunta. Il tifoso, fino all’ultimo sarà rimasto in quello stato confusionale di non sapere se essere felice di non doversi tatuare o triste perché il Liverpool non stava vincendo. Alla fine, il membro della Kop ha postato una foto che lo ritrae con l’inchiostro fresco sottopelle, con la I che diventa un uno in rosso e la O uno zero dei colori dell’Everton. Del resto, una promessa è una promessa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy