Finale di Champions, un’inversione che fa discutere: “in casa” gioca il Tottenham, ma lo spogliatoio dell’Atletico va al Liverpool

Finale di Champions, un’inversione che fa discutere: “in casa” gioca il Tottenham, ma lo spogliatoio dell’Atletico va al Liverpool

Chi gioca “in casa” nella finalissima del Wanda Metropolitano? Il Tottenham. Ma a preparare la partita nello spogliatoio da sogno dell’Atletico Madrid saranno invece i calciatori del Liverpool. Una inversione per motivi di sicurezza che già sta facendo discutere.

di Redazione Il Posticipo

Il sorteggio per la finale di Champions può sembrare a prima vista abbastanza inutile. Del resto, a che serve capire chi gioca in casa e chi fuori quando lo stadio non è di nessuna delle due squadre? In realtà qualcosa conta, perchè ovviamente chi gioca in casa, in caso di colori troppo simili tra le due maglie, può giocare con la divisa classica, costringendo gli ospiti a indossare quella da trasferta. Un problema che però tra Tottenham (bianchi) e Liverpool (Rossi) decisamente non si pone. E quindi, a cosa è servita l’ultima parte del sorteggio a Nyon? Permetterà a qualcuno…di stare più comodo.

IN CASA O FUORI – È ormai la norma, quando si costruisce uno stadio di proprietà, mettere su degli spogliatoi megagalattici, con tutti i confort possibili e immaginabili. Ma ovviamente…solo per i padroni di casa. Non capita di rado che invece lo spogliatoio degli ospiti sia molto più spartano, con scomode panche di legno e magari (come avviene a Stamford Bridge) sedute molto basse e un tavolo altissimo in mezzo, per impedire ai calciatori di stabilire tra loro contatto visivo. Insomma, alcuni piccoli trucchetti per rendere la vita un po’ più complicata a chi arriva nell’impianto con la voglia di portare via i tre punti. Ed ecco l’inghippo: chi gioca “in casa” al Wanda Metropolitano? Il Tottenham.

INVERSIONE – Ma a preparare la partita nello spogliatoio da sogno dell’Atletico Madrid, saranno invece i calciatori del Liverpool. Una inversione che già sta facendo discutere, ma che è stata spiegata a Sky Sports da Fernando Fariza, direttore dello stadio. Tutto dipende da come sono stati allocati i (pochi) biglietti destinati alle due tifoserie. Dato che i supporter del Tottenham saranno nel lato nord, più vicino agli spogliatoi degli ospiti, le panche scomode toccheranno alla squadra di Pochettino, nonostante gli Spurs avessero vinto il sorteggio e di conseguenza l’allocazione della stanza dei padroni di casa. Sorride dunque Klopp, con i suoi uomini che si godranno parecchi confort. Ma forse il tedesco sarà meno contento nel ricordare che anche a Kiev i Reds giocavano ufficialmente “in trasferta”. Basterà cambiare spogliatoio per cambiare anche il risultato?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy