Festa di Natale nel terrore per Lampard, alle prese con lo stalker di sua moglie

Festa di Natale nel terrore per Lampard, alle prese con lo stalker di sua moglie

Lampard sparisce dalla festa con lo staff del Derby County che aveva organizzato: era scattato un’allarme in casa sua e si era preoccupato per sua moglie, vittima di stalking da tre anni.

di Redazione Il Posticipo

Non si vive più. Punto. C’è poco altro da dire quando si parla di stalking. La vita che tutti conoscono come normale, nella quale si può serenamente dare un’occhiata distratta fuori dalla finestra, andare a fare la spesa o bersi una spensierata birra al pub, non esiste più. Tutto questo senza un motivo valido. Perché c’è una persona che ha deciso di dare la caccia, di spaventare e far sentire un’altra persona intrappolata in una gabbia. Questo succede da ormai tre anni a Christine Bleakley, celebre presentatrice televisiva nonché moglie della leggenda del Chelsea Frankie Lampard. La donna è alle prese con le molestie di tale Christof King, che come riporta il Sun è riuscito a camminare con le proprie gambe e senza catene fuori da un’aula di tribunale lo scorso luglio per via di una sentenza sospesa proprio per stalking. E durante le feste, la famiglia Lampard, ha vissuto altri attimi di paura.

SPARITO – Il gioco è bello quando dura poco. Figuriamoci se non si tratta di un gioco. Certe storie non dovrebbero proprio cominciare. Il povero Lampard aveva organizzato una festa natalizia per ringraziare tutto lo staff del Derby County, club che allena, per il brillante lavoro svolto. Sua moglie aveva preferito rimanere a casa con la piccola Patrice, la figlioletta di tre mesi, nella casa in campagna. Ad un certo punto, però, riferisce una fonte al Sun, appena Lampard si era seduto a tavola, arriva una telefonata a notificare che è stato attivato un allarme nella casa dove c’erano sua moglie e sua figlia.

BUONI PROPOSITI – La fonte riferisce che d’un tratto Lampard non si è più visto e che si è precipitato dalla compagna di vita a sincerarsi che tutto fosse a posto. Alla fine, ha comprensibilmente deciso di passare la serata in famiglia. Non è chiaro se effettivamente ad arrivare l’allarme sia stato King. Se così fosse, però, la famiglia Lampard potrebbe anche essere un minimo rinfrancata visto che il loro persecutore era già stato ammonito riguardo all’eventuale perseveranza nel comportamento. In ogni caso, il giusto augurio per il nuovo anno per la legenda dei Blues è che Frankie e famiglia possano ritrovare la serenità. Il miglior proposito per il 2019.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy