FA Cup, niente champagne per i vincitori per rispetto delle religioni. E gli inglesi…sono in rivolta!

FA Cup, niente champagne per i vincitori per rispetto delle religioni. E gli inglesi…sono in rivolta!

Da quest’anno, dopo la finalissima di Wembley, non ci sarà più il bagno alcolico, con la cassa di champagne gentilmente offerta alla squadra vincitrice. Il motivo? Rispettare quei calciatori a cui la religione impedisce di bere. Ma in Inghilterra non la stanno prendendo affatto bene…

di Redazione Il Posticipo

Quante volte si sente dire che il calcio è una religione? Beh, un concetto non proprio così lontano dalla realtà. Anche nel mondo del pallone ci sono riti e liturgie, piccoli e grandi gesti che guai a togliere a un tifoso. Come la finale di FA Cup, forse la massima espressione del football di Sua Maestà. Wembley rigorosamente diviso a metà tra le due tifoserie, cerimonia di apertura, match e poi…coppa e champagne. Ecco, qui arriva il problema. Come riporta il Daily Mail, da quest’anno non ci sarà più il bagno alcolico, con la cassa gentilmente offerta alla squadra vincitrice.

DIVIETO – Il motivo? Rispettare quei calciatori a cui la religione impedisce di bere alcolici. E anche impedire che eventuali ragazzi sotto i diciott’anni convocati dalle squadre partecipanti finiscano per bere, cosa che in teoria non potrebbero decisamente fare. Niente più scene di follia bagnata all’interno degli spogliatoi e in mezzo al campo? Beh, non proprio, perchè l’idea è quella di utilizzare un sostitutivo dello champagne, ovviamente analcolico, che permetta almeno di mantenere il lato scenografico della questione. Ma anche questo tentativo di mettere assieme tradizione e tolleranza sembra destinato a fallire: la decisione, pubblicata su tutte le testate inglesi, ha fatto arrabbiare non poco i tifosi.

TRADIZIONE – Toglietemi tutto, ma non la FA Cup con tanto di champagne. Questo è il mood attuale delle tifoserie di Sua Maestà. E non solo di quelle di Watford e City, le due squadre che si contenderanno il trofeo. Sui social network il bando agli alcolici post-match ha creato il caos. E i commenti si incentrano proprio sull’abbandono di quella che in fondo è una tradizione nella tradizione. “I miei vincitori della FA Cup camminano per il campo con una bandiera sulla schiena, bevono lo champagne dalla bottiglia e si mettono la coppa per cappello”. In effetti, di scene iconiche simili se ne ricordano parecchie. Diventeranno davvero il ricordo di un passato lontano?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy