De Zerbi e Iemmello, una “vendetta” su Gattuso attesa da due anni…

De Zerbi e Iemmello, una “vendetta” su Gattuso attesa da due anni…

De Zerbi e Iemmello si vendicano. La vittoria del Benevento condanna il Milan a non giocare certamente la Champions. Lavata..l’offesa consumata in quel Foggia-Pisa…

di Luigi Pellicone

Muoia Sansone e tutti i filistei. L’incredibile finale di San Siro racchiude una storia quasi teatrale. Del resto, cosa c’è di meglio della “Scala del calcio”? Palcoscenico di una tragicommedia scritta in due atti, che unisce tre protagonisti e quattro squadre di calcio: Milan, Benevento, Pisa e Foggia. In scena: Gattuso, De Zerbi e Iemmello. Storie che s’intrecciano con le coincidenze, legate al Tempo. Un Giudice Massimo, severo e a volte galantuomo. In questo caso, anche beffardo.

PLAY OFF- Il primo atto si consuma allo stadio Zaccheria. Il 12 giugno 2016, il Foggia di De Zerbi e Iemmello affronta il Pisa, allenato da Rino Gattuso, per il ritorno dei play off. Ci si gioca la promozione in Serie B. Al Foggia serve un’impresa per ribaltare il 4-2 subito in Toscana. I nerazzurri reggono, gli animi sono incandescenti. Gattuso al 65’ è colpito da un oggetto proveniente dagli spalti. Rissa. Partita sospesa. Si riprende con i due allenatori espulsi. A due minuti dal termine, rigore per il Foggia. Segna proprio Iemmello. Finale drammatico. Serve un’altra rete che non arriverà mai. La beffa, invece, sì. Il Pisa pareggia. Gattuso porta a casa la Serie B, destando dal sogno una città che si riprenderà la cadetteria solo l’anno seguente. Ah, indovinate un po’ chi ha costretto il Foggia a giocarsi la promozione ai playoff? Proprio il Benevento…che due anni dopo si farà “perdonare”.

SAN SIRO – Il secondo atto si consuma a San Siro. Amarezza masticata per mesi. Dopo due anni, il fiele è meno amaro? Probabilmente sì. Nulla, però, è dimenticato. Il Benevento di De Zerbi e Iemmello, che non ha mai vinto una partita lontano da casa, ha bisogno di tre punti per rimandare il verdetto aritmetico della condanna in serie B. Il Milan ha l’occasione più unica che rara per consolidare la sua posizione in Europa e alimentare la fiammella del sogno Champions, già ridotta al lumicino. La Scala del calcio, però, mette in scena il remake di “Sansone”. Una storia di autodistruzione. Milan e Benevento celebreranno la loro “fine”. Rossoneri fuori dalla Champions. Sanniti che, nonostante l’impresa, saluteranno comunque a breve la serie A. Finale drammatico, ma l’offesa è lavata. Storie che solo il calcio sa regalare.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy