Dani Alves rivela: “Con Mou rapporti mai buoni, ma non per colpa mia. Con Pep invece…”

Dani Alves rivela: “Con Mou rapporti mai buoni, ma non per colpa mia. Con Pep invece…”

Tra Dani Alves e Mourinho non c’è mai stato un bel rapport e nel corso degli anni i due si sono spesso beccati. Da dove nasce questo scontro? Il brasiliano ha una sua idea, che riporta a quando stava per firmare per il Chelsea dello Special One. Poi però…

di Redazione Il Posticipo

Tra Dani Alves e Mourinho non c’è mai stato un bel rapporto. Sarà che i due, entrambi dal carattere particolarmente caliente, si sono spesso trovati su due barricate opposte, ma nel corso degli anni si sono beccati di frequente. Da dove nasce questo scontro? Il brasiliano, intervistato da Sky Sports in occasione del lancio di un documentario su Guardiola, ha una sua idea, che riporta a quando stava per firmare per il Chelsea dello Special One. Poi è successo qualcosa che il calciatore del PSG ancora non riesce a spiegarsi.

MOURINHO – “Mi piace lavorare con persone competitive, a cui piace vincere. E volevo lavorare con Mourinho, potevo andare al Chelsea prima di andare al Barça. E non sono andato a Londra per una scelta del club, non mia. Io davo già per fatto il mio trasferimento, ero convinto che avrei lavorato con lui. Non so se Mourinho abbia avuto informazioni diverse, che non volevo andare in Premier o essere allenato da lui, ma fatto sta che dopo quella storia il nostro rapporto non è mai stato buono. Ma non è colpa mia, io ero convinto che avrei lavorato con lui, che avrei fatto parte della sua squadra”. Chissò se lo Special One avrà modo di dire la sua al riguardo.

GUARDIOLA – Solo dichiarazioni d’amore, invece, per Guardiola. Che viene descritto come “il miglior allenatore con cui abbia mai lavorato”. E durante il documentario in questione il brasiliano aggiunge  che lavorare con il catalano è addirittura “meglio del sesso”. Un tecnico…perfetto. “Nei momenti importanti è assolutamente un genio. Sa come come far capire ai giocatori esattamente quel che devono fare. E in molte occasioni ci ha fatto vincere semplicemente seguendo alla lettera le sue istruzioni”. E allora come mai i due non si sono ancora riuniti a Manchester? Dani Alves spiega che al momento dell’addio al Barcellona l’idea c’era, ma che poi la famiglia…ha scelto prima Torino e poi Parigi.  “Era tutto fatto affinchè mi trasferissi al Manchester City, ma poi è saltato tutto per una decisione familiare. Ho parlato con Pepe e lui lo sapeva che la mia intenzione era quella di tornare a lavorare assieme, sa quanto io apprezzi lui e il suo staff. Per questo volevo di nuovo essere allenato da lui, ma poi le cose sono andate diversamente”. Stavolta, però, il motivo è chiaro. Non come con Mou!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy