Il cuore d’oro di Dani Alves: voleva donare il fegato ad Abidal

Il cuore d’oro di Dani Alves: voleva donare il fegato ad Abidal

Dietro al personaggio guascone e sempre con il sorriso stampato in viso, c’è un altro Dani Alves. Quello che racconta Eric Abidal a Super Deportivo Radio.

di Redazione Il Posticipo

Lo conosciamo come un terzino destro devastante, uno dei migliori degli ultimi venti anni a livello mondiale. Ma anche come uno dei calciatori più social e festaioli che esistano. Non per niente, per il suo compleanno, Dani Alves ha organizzato una festa degna della sua fama al riguardo. Video in cui si veste da…ballerina di sumo con un tutù e una corona in testa, foto con amici vestiti come nella serie TV La Casa di Carta e chi più ne ha più ne metta. Ma dietro al personaggio guascone e sempre con il sorriso stampato in viso, c’è un altro Dani Alves. Quello che racconta Eric Abidal a Super Deportivo Radio.

TRAPIANTO – Il francese, compagno di squadra del brasiliano al Barcellona, ha raccontato un aneddoto riguardante il periodo in cui ad Abidal era stato diagnosticato un tumore al fegato. Il laterale mancino ha spiegato che, sebbene all’epoca tutti quanti gli siano stati vicino, il messaggio più forte gli è arrivato proprio da Dani Alves. L’ex juventino si è infatti offerto di donare parte del suo fegato allo sfortunato compagno di squadra e di stargli accanto per condividere passo dopo passo la lotta contro il cancro. Un gesto, quello del calciatore del PSG, che ha colpito parecchio Abidal, nonostante la sua risposta sia stata un netto no all’allora compagno di squadra.

RIFIUTO – Un rifiuto dovuto alla volontà di Abidal di evitare che la sua malattia avesse ripercussioni importanti anche sulla carriera di Dani Alves. Un eventuale trapianto, spiega il francese, avrebbe potuto creare problemi al brasiliano, che nonostante questo si è offerto spontaneamente. E il gesto conta, nonostante alla fine Abidal ce l’abbia fatta solamente con le sue forze e grazie al fegato donato da suo cugino Gerard. Un messaggio splendido da parte di Dani Alves, che il terzino transalpino non dimenticherà mai. E che ora ha raccontato in pubblico, ponendo il funambolico terzino della Seleçao (come al solito) sotto la luce dei riflettori, ma in una maniera molto diversa dal solito. Il sorriso resta quello di sempre e Dani Alves continuerà a farci divertire con la sua strampalata simpatia. Ma dietro, c’è molto di più. Garantisce Eric Abidal.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy