Dalla Svezia con amore: Zlatan Ibrahimovic…agente segreto al servizio di Sua Maestà?

Dalla Svezia con amore: Zlatan Ibrahimovic…agente segreto al servizio di Sua Maestà?

Il mio nome è Ibrahimovic. Zlatan Ibrahimovic. Sì, ok, suona male, ma è colpa di un cognome così lungo da essere spesso e volentieri accorciato in “Ibra”. E quello sì che suonerebbe bene, se dovesse diventare realtà uno dei sogni del Colosso di Malmö: fare l’attore e interpretare James Bond!

di Redazione Il Posticipo

Il mio nome è Ibrahimovic. Zlatan Ibrahimovic. Sì, ok, suona male, ma è colpa di un cognome così lungo da essere spesso e volentieri accorciato in “Ibra”. E quello sì che suonerebbe bene, se dovesse diventare realtà uno dei sogni del Colosso di Malmö. Che non per niente, quando ha lasciato l’Europa, se ne è andato a giocare ai Los Angeles Galaxy. Certo, il club californiano offre alti ingaggi e ha avuto in rosa stelle come Beckham, ma forse c’è un altro motivo per cui lo svedese ha deciso di mettere su casa proprio a Los Angeles. Del resto, cosa c’è meglio di essere vicini a Hollywood…per chi vorrebbe fare l’attore?

ATTORE – Una domanda del genere gliel’hanno già fatta quando è arrivato in MLS, perchè è ovvio che negli Stati Uniti un personaggio così non se lo aspettassero proprio. Ma adesso che hanno capito di che pasta è fatto Ibra, a nessuno sembra più strano che lo svedese voglia passare dai campi di calcio a…quelli medi davanti a una telecamera. Un anno fa, aveva spiegato che si vedeva bene in un ruolo da cattivo, forse per il suo accento che lo rende perfetto per interpretare un gangster. Ma evidentemente, o Zlatan ha cambiato accento o ha semplicemente cambiato idea. E ora si candida per un ruolo…abbastanza importante.

AGENTE SEGRETO – La lotta per diventare il successore di Daniel Craig, che dovrebbe lasciare il ruolo di 007 dopo il prossimo lungometraggio, è aperta. E adesso alla corsa si è iscritto anche Ibrahimovic. Lo ha fatto con un post su Instagram in cui si è etichettato esattamente con il nome in codice dell’agente segreto più famoso del mondo. Del resto, lo stile dello scatto non dà tutti i torti a Zlatan. Vestito elegantissimo, sigaro e una faccia che sprizza fiducia in se stessi. Certo, non parlerà l’inglese della Regina come tutti i precedenti James Bond, ma il ruolo, con quel misto tra incoscienza, spavalderia e fascino, gli si adatterebbe davvero. E quindi chissà che un giorno non si giri un nuovo film di Bond: “Dalla Svezia con amore”. Ma conoscendo Ibra, non troppo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy