CR…8: Cristiano Ronaldo sempre più nella leggenda

CR…8: Cristiano Ronaldo sempre più nella leggenda

Cristiano Ronaldo raggiunge Uwe Seeler, Pelè e Miro Klose nel club di chi è riuscito a segnare in quattro campionati del mondo. Ma CR7 ha fatto di più, firmando un altro straordinario primato: ha timbrato il cartellino in otto competizioni internazionali consecutive!

di Redazione Il Posticipo

Cristiano, una tripletta da urlo. Certo, due delle tre reti del portoghese nella pareggio del Portogallo contro la Spagna non sono dei capolavori, perchè il primo è un calcio di rigore e il secondo un…gentilissimo regalo di De Gea. Poi però arriva la perla su punizione a scrivere la storia. E i numeri sono numeri e sono assolutamente incontrovertibili. Ronaldo è arrivato al Mondiale con la voglia di infrangere qualche altro record, dopo tutti quelli accumulati tra Liga e Champions League. E non ha dovuto fare altro che aspettare qualche minuto, giusto il tempo per Nacho di abbatterlo e per Rocchi di assegnare il tiro dagli undici metri. Palla da una parte, portiere dall’altra ed è subito primato. Anzi. Sono due.

QUATTRO MONDIALI… – Il primo è quello più celebre e abbastanza previsto sin da prima della manifestazione, andare a segno in quattro mondiali. Una marcatura nel 2006, contro l’Iran. Una nel 2010, l’ultima nella goleada portoghese contro la malcapitata Corea del Nord. Una anche anche 2014, una rete al Ghana totalmente inutile per il Portogallo, che viene eliminato. Con la tripletta alla Spagna (ed è, incredibilmente, il primo mondiale in cui CR7 segna più di una rete), il portoghese si iscrive in un club molto esclusivo, in cui incontra Uwe Seeler, Pelè e Miro Klose. E a cui, se dovesse andare a segno, potrebbe aggiungersi anche l’australiano Cahill.

…E ALTRETTANTI EUROPEI – Ma c’è un qualcosa che, tanto per cambiare, nessun altro è riuscito a fare. Perchè tra un mondiale e l’altro, Cristiano Ronaldo ha anche giocato quattro europei. E, neanche a dirlo, ha timbrato anche in tutte le edizioni. Di conseguenza il portoghese si è appena trasformato nell’unico calciatore della storia ad andare a segno in otto competizioni internazionali consecutive (contando i Mondiali e i rispettivi campionati continentali). Dal 2004, quando per il Portogallo le partite contano qualcosa, CR7 c’è. A livello europeo il bomber del Real Madrid ha colpito nel torneo casalingo, nei gironi contro la Grecia e nella semifinale contro l’Olanda. Nel 2008 ha timbrato il cartellino contro la Repubblica Ceca, replicando nel 2012 e aggiungendo anche una doppietta contro l’Olanda. Tre reti anche nel campionato Europeo vinto, due contro l’Ungheria e una contro il Galles. E quattro più quattro fa ovviamente otto. Un record imbattibile? Forse. Ma considerando che nel 2020 c’è un altro europeo e che Cristiano Ronaldo avrà solo 35 anni, l’idea di superarsi non è poi così remota…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy