Courtois: da nemici ad amici…passando per il lancio dell’accendino

Courtois: da nemici ad amici…passando per il lancio dell’accendino

Il belga sarà il prossimo portiere del Real Madrid. Difficile pensare ad un epilogo simile, specie dopo la finale di coppa del 2013, quando i tifosi del Real Madrid gli lanciarono contro un accendino.

di Mattia Deidda

Courtois sarà il prossimo portiere del Real Madrid. Il belga, dopo un mondiale che l’ha visto protagonista, è pronto a lasciare Londra direzione Madrid, città che lo ha già ospitato agli inizi della sua carriera. Una decisione logica, con il portiere pronto a fare il salto di qualità in una squadra consapevole di dover vivere un periodo di “rinascita”, come è normale che sia quando ti lascia uno de migliori calciatori di sempre. Una decisione che, però, anni fa, nessuno avrebbe creduto possibile, con i tifosi del Real Madrid che gli hanno lanciato addosso un accendino nel corso di una finale.Il fatto risale a un lustro fa ed è stato riportato da AS.

FINALE – Finale di coppa del Re, 2013, Real Madrid-Atletico Madrid, Stadio Santiago Bernabeu. Era il periodo di nascita dei colchoneros, capaci, piano piano, di costruirsi il loro spazio nel calcio spagnolo e non solo, andando a vincere in futuro un campionato e vivere due finali di Champions League. Una gara ricca di emozioni, che vede subito i Blancos in vantaggio con Cristiano Ronaldo. Pareggiano gli uomini di Simeone grazie uno splendido assist di Falcao che manda in porta Diego Costa. Una partita nervosa, come è normale che sia quando si gioca un derby in una finale. Il Real Madrid colpisce due pali, l’Atletico Madrid, nei tempi supplementari, segna il 2-1 della vittoria. Nel mezzo, un accendino lanciato a Courtois da parte dei suoi attuali tifosi, frustrati per il risultato.

PACE – Un episodio che, nonostante la gravità, è passato inosservato nella confusione generale. Alla fine della gara, il taccuino dell’arbitro ha registrato tredici ammoniti e tre espulsi, tra cui Cristiano Ronaldo e Mourinho. Ad aiutare a non far pesare la faccenda, alla fine, è stato anche lo stesso Courtois, che nelle dichiarazioni post partita non ha dato estrema importanza alla vicenda, giustificandola semplicemente come un gesto di frustrazione da parte dei tifosi del Real Madrid.

FUTURO –  E adesso?  I primi giorni di ritorno della Capitale spagnola non saranno semplici. Difficile per i tifosi colchoneros perdonare il tradimento del portiere, che ha esultato con loro, cantato insieme a loro per l’incredibile vittoria della Liga. Sotto il punto di vista del gioco, invece, nonostante Courtois sia stato acquistato per essere il titolare, deve senza dubbio conquistarsi il posto sul campo, contro un Keylor Navas titolare nelle ultime Champions Lleague vinte dai Blancos e per niente intenzionato a passare la mano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy