Conte ha perso il Real…per colpa di Sergio Ramos

Conte ha perso il Real…per colpa di Sergio Ramos

Diego Torres, corrispondente a Krasnodar di El Pais, rivela che l’allenatore del Chelsea sarebbe stato scartato per la panchina del Real Madrid per via delle recensioni per nulla positive sul suo conto ricevute da Ramos da parte dei calciatori iberici in forza ai Blues.

di Redazione Il Posticipo

Antonio Conte continua a vivere nel suo personalissimo limbo, fatto di un contratto ancora in essere e di una panchina…che non c’è. Quella del Chelsea è, in teoria, ancora roba sua, ma la realtà dice che è solo questione di ore affinchè un connazionale, nella figura di Maurizio Sarri, gliela sfili da sotto il naso. Il che significa che il tecnico, una Premier League e una FA Cup in due anni a Londra, rischia seriamente di rimanere senza squadra per la prossima stagione. E pensare che prima dell’arrivo di Lopetegui, Conte sembrava addirittura potersi sedere al posto di comando al Bernabeu. Poi, però, non se ne è fatto nulla.

RECENSIONI NEGATIVE – Colpa…di Sergio Ramos e della colonia spagnola del Chelsea. Questo è ciò che rivela Diego Torres, corrispondente a Krasnodar di El Pais, che ha ricostruito i tentativi delle Merengues di scegliere il proprio tecnico prima di…soffiare alla Federazione spagnola l’ormai ex CT della Nazionale. Conte, come noto, era nella lista delle possibilità, ma sarebbe stato scartato per via delle recensioni per nulla positive sul suo conto da parte dei calciatori iberici in forza ai Blues. Capitan Sergio Ramos avrebbe chiesto alla folta colonia spagnola londinese (il che significa a qualcuno tra Fabregas, Morata, Pedro, Azpilicueta e Marcos Alonso) un parere su Conte.

TUTTI O QUALCUNO? – E il tecnico sarebbe stato tradito proprio dai suoi, portando Ramos a convincere Florentino Perez a scartare l’opzione. Torres non specifica quali siano stati i calciatori interpellati, ma la situazione farebbe pensare che a dare la spallata definitiva alle ambizioni di Conte di allenare il Real Madrid possa essere stata una valutazione di gruppo. Del resto, tutti gli spagnoli del Chelsea (se si esclude forse Azpilicueta) hanno avuto modo e maniera di scontrarsi con l’allenatore nel corso delle due stagioni al timone a Stamford Bridge. Soprattutto Morata, arrivato a Londra tra squilli di tromba e poi andato in rotta di collisione con il tecnico pugliese, finendo spesso e volentieri in panchina. E se per decidere della possibile carriera al Bernabeu di Conte, Ramos avesse chiesto lumi proprio all’ex compagno di squadra a Madrid, beh, si comprenderebbe come le possibilità dell’ex CT azzurro di vestirsi di… blanco fossero decisamente inesistenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy