Conte-Chelsea, la guerra ha inizio! E i Blues si giocano la carta…Diego Costa

Conte-Chelsea, la guerra ha inizio! E i Blues si giocano la carta…Diego Costa

Lo scontro frontale tra i Blues e l’ex tecnico finisce davanti a un tribunale. Ballano i nove milioni di sterline del resto del contratto di Conte, che l’ex tecnico della nazionale vorrebbe liquidati con un extra, mentre il Chelsea cerca…un modo per non pagare!

di Redazione Il Posticipo

Conte-Chelsea, si comincia. Come riporta il Times, lo scontro frontale tra i Blues e l’ex tecnico finisce davanti a un tribunale. Al momento, quello dell’arbitrato. Poi, se una delle due parti dovesse essere insoddisfatta del verdetto, davanti all’Alta Corte. Motivo del contendere, ovviamente, un bel po’ di soldi. Per la precisione, i nove milioni di sterline del resto del contratto di Conte, esonerato dal Chelsea praticamente a inizio stagione. Una cifra che l’ex tecnico della nazionale vorrebbe liquidata, con un extra di compensazione, mentre il club londinese cerca un modo per evitare di pagare o almeno di corrispondere all’allenatore meno di quanto richiesto.

LE RICHIESTE DI CONTE – Già, perchè alla fine non sono esattamente nove milioni quelli che ballano. Conte, suggeriscono dall’Inghilterra, vuole di più. Perchè? Beh, perchè il suo esonero, necessario per lasciare spazio all’era Sarri, è arrivato in estate inoltrata, a metà luglio, quando il Chelsea aveva già iniziato a lavorare. Non certo il momento migliore per rimettersi sul mercato, visto che all’epoca tutte le squadre avevano scelto da parecchio il tecnico per la nuova stagione. E secondo il Sun, proprio su questo dovrebbero vertere le ulteriori richieste di Conte, come risarcimento per i mancati introiti di un possibile nuovo lavoro che non è mai arrivato.

LE OBIEZIONI DEL CHELSEA – Il Chelsea, ovviamente, gioca sulla difensiva e si gioca la carta…Diego Costa. Proprio gli screzi tra l’attaccante e Conte, con il celebre SMS inviato al bomber per metterlo sul mercato, rappresenterebbero la possibile arma segreta dei Blues. Il comportamento del tecnico, sostiene il club, costituisce una violazione del contratto e ha causato danni economici alla società, che non ha potuto vendere Diego Costa per il prezzo che avrebbe ricevuto se lo scontro con Conte non fosse stato così evidente e spifferato ai quattro venti. Un modo come un altro per chiedere uno sconto, oppure c’è la volontà di non corrispondere neanche una sterlina a Conte? Chissà. Il Sun prevede che non ci sarà un verdetto prima della fine della prossima settimana. E l’impressione è che la guerra sia solo all’inizio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy