City, Guardiola è una furia: alla vigilia di Natale allenamento extra… sugli angoli!

City, Guardiola è una furia: alla vigilia di Natale allenamento extra… sugli angoli!

Il catalano non se la sta passando bene in Premier. I Citizens sono finiti al terzo posto a -7 dalla capolista Liverpool dopo i recenti risultati. E sono bastati nemmeno gli straordinari prima di affrontare il Leceister per uscire imbattuti dal King Power Stadium…

di Redazione Il Posticipo

Uno come lui non può prendere bene questo momento. Pep Guardiola non si aspettava che il suo City crollasse così rumorosamente, con 3 sconfitte nelle ultime 4 partite. Negli ultimi 360 minuti, i Citizens hanno vinto con l’Everton, ma perso malamente con Leicester, Crystal Palace e Chelsea. E spuntano indiscrezione sugli ultimi giorni vissuti in casa del Manchester City: non sembra tirare solo una brutta aria. Allenatore catalano talmente insoddisfatto per le prestazioni dei suoi a tal punto da aver preteso gli straordinari… alla vigilia di Natale!

ALLENAMENTO EXTRA – Secondo quanto riportato dal Sun, Guardiola avrebbe obbligato la sua squadra a un giorno di allenamento extra alla vigilia di Natale dopo la cocente sconfitta subita in casa contro il Crystal Palace. Obiettivo della seduta? Migliorare il rendimento offensivo della squadra su calci d’angolo. Il City ha segnato solo tre volte sui 151 calci d’angolo battuti in stagione finora. La decisione di Guardiola è stata presa dopo i 13 tentativi andati a vuoto dalla bandierina contro il Crystal Palace. Lo spagnolo si è giustificato così per la vigilia di Natale a lavoro: “Ci siamo allenati un giorno in più perché avevamo bisogno di praticare qualcosa che non abbiamo fatto correttamente”.

SQUADRA IRRITATA – Nonostante questo però la musica… non è cambiata! Contro il Leicester è arrivata non solo un’altra sconfitta,  ma non si sono visti nemmeno progressi sugli angoli (nessun gol sui 6 battuti). Tanto rumore per nulla? Mica troppo… L’allenamento alla vigilia di Natale ha sconvolto i piani delle stelle della squadra, tra cui  Gabriel Jesus che aveva programmato di passare la giornata a festeggiare il Natale con la sua famiglia dal Brasile: l’attaccante è stato lasciato libero solo dopo la partita giocata a Santo Stefano. Attacco spuntato a parte, la sensazione è che ora Guardiola debba soprattutto pensare alla difesa, sempre battuta nelle partite giocate in Premier a dicembre. A rimetterci le penne è stato Kyle Walker dopo le critiche ricevute per la sconfitta col Palace: contro il Leicester si è accomodato in panchina, al suo posto ha giocato Danilo che non ha fatto faville. Come è dura stare al City per ora…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy