Chiamatela Bomba…nera: ecco l’ultimo capitolo del Superclasico

Chiamatela Bomba…nera: ecco l’ultimo capitolo del Superclasico

Problemi a poche ore dalla partenza dei giocatori del Boca direzione Madrid: lo stadio di casa infatti è stato evacuato per un allarme bomba. Non c’è pace per la squadra di Buenos Aires…

di Redazione Il Posticipo

Vetri rotti, finali posticipate e allarmi bomba. Nelle ultime settimane la finale River Plate-Boca Juniors è sembrata più una saga a puntate che una sfida tra due squadre di calcio. Di palloni rotolare in campo non se ne sono visti e in tanti, da ogni parte del globo, hanno espresso il proprio disappunto per l’ennesima occasione persa dal calcio sudamericano. La finale di ritorno della Copa Libertadores si giocherà al Santiago Bernabeu domenica 9 dicembre, fischio di inizio alle ore 20.30. In Spagna però bisogna… arrivarci! Quanto accaduto nelle ultime ore infatti ha messo in allarme il Boca Juniors, che si è ritrovato nel caos a poche ore dalla partenza con le valigie in mano.

ALLARME BOMBA – Come riporta Marca, la giornata di oggi nei pressi dell’Estadio Alberto José Armando è stata particolarmente frenetica. A poche ore dalla partenza per l’Europa, infatti, a farne le spese è stata propria la Bombonera, evacuata per un allarme bomba. I dipendenti del club argentino hanno dovuto lasciare l’impianto dopo le strette direttive messe in atto dal personale di sicurezza. A far scattare l’allarme è stata una telefonata dagli intenti minacciosi, come rivela il Ministero della Sicurezza della città di Buenos Aires, all’opera per garantire l’ispezione dell’intero stadio una volta scattata l’emergenza.

SI PARTE – L’ennesima provocazione dei tifosi del River dopo gli incidenti della gara di andata? Può darsi… Ma il Boca intanto deve pensare a preparare la finale. La squadra, allarmata oggi per l’evacuazione del suo stadio, aveva trovato pace nella giornata di lunedì: gli uomini di Schelotto ieri si sono allenati a porte chiuse nel complesso di Pedro Pompilio, a pochi metri proprio dalla Bombonera. E stanotte partiranno alla volta di Madrid per giocarsi la finale di ritorno sotto gli occhi di Ronaldo e Messi. Ma da qui a domenica di acqua sotto i ponti è destinata a passarne. Insomma, c’è ancora tempo per registrare altri capitoli della saga.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy