Chelsea, situazione infuocata: a fine partita volano insulti e…abbonamenti!

Chelsea, situazione infuocata: a fine partita volano insulti e…abbonamenti!

Al Chelsea non hanno decisamente preso bene la sconfitta contro il City. E c’è qualcuno che non vuole più vedere il tecnico toscano in panchina. Anzi, forse non vuole proprio più vedere il Chelsea. Altrimenti, perchè lanciare il proprio abbonamento in campo?

di Redazione Il Posticipo

Al Chelsea non hanno decisamente preso bene la sconfitta contro il City. Comprensibile, visto che è la prima volta nella storia del club che arriva un rovescio così pesante. 6-0, gioco, partita e incontro per la squadra di Guardiola, che rimanda a casa dall’Etihad i Blues senza i tre punti, senza fiducia e forse anche…senza allenatore. Abramovich si sarà limitato ai messaggi minatori, come già fatto dopo la sconfitta contro il Bournemouth? Difficile a dirsi, perchè Sarri ha confermato che i due si sentono poco. Ma di certo, c’è qualcuno che non vuole più vedere il tecnico toscano in panchina. Anzi, forse non vuole proprio più vedere il Chelsea.

LANCIO DI TESSERA – Come riporta il Daily Mail, qualcuno tra i tifosi andati in trasferta a Manchester ha decisamente preso male l’intera situazione. Viaggio dall’altra parte dell’Inghilterra e sei gol sul groppone, complicato che le scuse possano bastare. Antonio Rüdiger ci ha provato, andando sotto al settore dei supporter del Chelsea. E si è riportato negli spogliatoi parecchi insulti, alcuni dei quali a sfondo razziale, e…un abbonamento. Già, qualcuno dalla tribuna ha tirato in campo per la frustrazione la propria carta della membership dei Blues. E i solerti steward dell’Etihad l’hanno raccolta e presumibilmente portata all’ufficio oggetti smarriti dello stadio. Anche se di smarrito ha decisamente poco.

FUTURO A RISCHIO – Se l’ignoto lanciatore ne rientrerà in possesso, comunque, farà meglio a prepararsi a una serie di partite altrettanto pericolose a Stamford Bridge. Tra Europa League, FA Cup, Carabao Cup e campionato, le prossime squadre che faranno visita ai Blues saranno infatti il Malmö, lo United schiacciasassi di Solskjaer, ancora il City per giocarsi la Coppa di Lega e poi il Tottenham, per un derby di Premier League che sa tanto di ultima spiaggia per un piazzamento Champions. Sarà proprio per questo che il tifoso si è voluto disfare della tessera? Del resto, la situazione attuale del Chelsea non fa decisamente sperare in meglio. E chissà se, oltre allo spettatore, tra qualche partita allo stadio ci sarà ancora il signore con la sigaretta spenta in bocca…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy