Chelsea-Conte, è giunta l’ora dell’addio? Lo suggerisce anche…lo sponsor

Chelsea-Conte, è giunta l’ora dell’addio? Lo suggerisce anche…lo sponsor

Il nuovo sponsor sulle maniche delle maglie del Chelsea presentato attraverso David Luiz, acerrimo nemico…dell’attuale allenatore. Gli inglesi, attentissimi al marketing, farebbero un errore del genere?

di Redazione Il Posticipo

Una maglia lucida, attillata e con uno sponsor nuovo di zecca sulla manica. Come è ormai tradizione anche il Chelsea presenta le novità attraverso i social. A ben guardare però, c’è qualcosa di sospetto. O meglio, che alimenterebbe una sensazione. Quella che, nonostante un Chelsea praticamente immobile dal punto di vista societario, il prossimo allenatore dei Blues non sarà quasi certamente Antonio Conte. Ci sarebbe un fattore a suggerirlo. Un indizio che farebbe quasi una prova…

DAVID LUIZ – Il logo della Hyundai garantirà al Chelsea, sino al 2022, dieci milioni di sterline l’anno. Non serve una laurea in economia per stanziare il budget totale in quaranta milioni di euro. La società londinese, fra l’altro ha regalato a due sostenitori il sogno di indossare la maglia accanto all’idolo David Luiz. Ecco, appunto, David Luiz. Il…cocco del presidente Abramovich e ormai acerrimo nemico del tecnico leccese. Difficile, anzi, impossibile che rimangano entrambi. E dei due, a giudicare dalla trovata pubblicitaria, sembra proprio che possa essere il brasiliano a restare a Stamford Bridge.

E CONTE? – Anche perché accanto al difensore brasiliano campeggiano altre due stelle della squadra: Giroud e Bakayoko. Non manca qualcuno? Beh, il tecnico che negli ultimi due anni ha portato a casa prima un campionato e poi una FA Cup. Gli inglesi sono dei geni del marketing e storicamente molto attenti e non incorrere in errori d’immagine. Ecco che dunque prenderebbe sempre più corpo l’ipotesi di un addio, che sembra annunciato ma che tarda ancora ad arrivare. La nuova maglia sarà indossata per la prima volta il prossimo 23 luglio in Australia in occasione di un’amichevole. Resta da capire, a questo punto, chi accompagnerà i Blues in questa nuova avventura.

TRA VECCHIO E NUOVO – La storia è nota. La prima scelta è Maurizio Sarri ma il tecnico è rimasto nel limbo complice il contratto che lo rende quasi “prigioniero” del Napoli. A tutti gli effetti, dunque, Antonio Conte è ancora da considerarsi il prossimo allenatore del Chelsea. Almeno finché Abramovich non deciderà di esonerarlo, pagando circa nove milioni di euro. Praticamente, un anno di contratto con la Hyundai. Ma, nonostante gli intoppi, tutto lascia credere che presto la situazione potrebbe cambiare e innescare un effetto domino sul mercato inglese e internazionale. Del resto, lo dice anche…David Luiz.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy