Chelsea, ancora voci di cessione. E torna di moda Jim Ratcliffe, “Mister 2 miliardi”

Chelsea, ancora voci di cessione. E torna di moda Jim Ratcliffe, “Mister 2 miliardi”

Abramovich vende? O resta? A sentire le fonti ufficiali del club, il magnate russo non avrebbe alcuna intenzione di lasciare il club. Ma secondo il Times, Jim Ratcliffe, l’uomo più ricco d’Inghilterra, punta di nuovo a un passaggio di mano per la squadra di Sarri.

di Redazione Il Posticipo

In casa Chelsea neanche il tempo di finire una telenovela e già ne inizia un’altra. Non c’è solo la situazione di Sarri, con una panchina che rischia seriamente di saltare, a far sobbalzare il cuore dei tifosi dei Blues. Abramovich vende? O resta? A sentire le fonti ufficiali del club, il magnate russo non avrebbe alcuna intenzione di lasciare il club. Ma secondo il Times, Jim Ratcliffe, l’uomo più ricco d’Inghilterra, nonchè abbonato di lunga data del Chelsea, apre di nuovo alla possibilità di un passaggio di mano per la squadra di Sarri.

MISTER 2 MILIARDI – Ratcliffe, che in Inghilterra chiamano “Mister 2 miliardi”, ovvero la cifra che il fondatore del gruppo chimico Ineos sarebbe pronto a versare per assicurarsi il Chelsea, sta per annunciare l’acquisizione del Team Sky di ciclismo. Ma da quanto riporta il quotidiano britannico, dopo le due ruote, tornerebbe di moda il pallone. Del resto già lo scorso anno al Telegraph aveva parlato di calcio, quando era spuntata l’indiscrezione che riguardava il possibile acquisto del Chelsea. “Ho una piccola squadra in Svizzera. E quella del Losanna è un’esperienza che ci permette di imparare molto. Come quando si mettono i piedi nell’acqua bassa per capire come si nuota“. Il mare profondo sarebbe il Chelsea?

DUE MILIARDI…E MEZZO – Forse sì, nonostante le smentite dei Blues. Tempo fa, il Times ha affermato che il prezzo del Chelsea sarebbe di due miliardi e mezzo di sterline. Una cifra enorme, anche se il patron del Chelsea dovesse fare uno sconticino. Anche e soprattutto considerando che Abramovich ha acquistato i Blues circa 15 anni fa per la “modica” cifra di 140 milioni. Una plusvalenza enorme per il magnate russo, che tra problemi in campo e…diplomatici (visti i pessimi rapporti tra il suo paese e il Regno Unito), potrebbe anche pensare a un clamoroso disimpegno. A quel punto, se Ratcliffe dovesse davvero diventare il nuovo proprietario, anche il blocco del mercato farebbe meno paura. Se arriva qualcuno che può spendere due miliardi, qualche centinaio di milioni per un calciatore non dovrebbero essere un problema.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy