Cazorla, l’Inferno è alle spalle? La vittoria con la Spagna riporta Santi in Paradiso… dopo un infortunio lungo 668 giorni!

Cazorla, l’Inferno è alle spalle? La vittoria con la Spagna riporta Santi in Paradiso… dopo un infortunio lungo 668 giorni!

La seconda vita di Santi Cazorla è cominciata la scorsa estate, quando il giocatore ha firmato il contratto col Villarreal dopo un lungo periodo di inattività. Il centrocampista è stato convocato di nuovo dalla Spagna e ha brillato nel poker alle Fær Øer

di Redazione Il Posticipo

Santi Cazorla non ha mai mollato, nemmeno quando ha temuto che la sua carriera fosse compromessa e che il suo piede rischiasse l’amputazione dopo otto operazioni e un’infezione che gli ha mangiato 10 centimetri di tallone. Dopo un calvario lungo tre anni, il centrocampista ha rivisto la luce la scorsa estate quando il suo Villarreal gli ha dato un’altra opportunità: Cazorla ha ripagato il Sottomarino Giallo con la doppietta al Real Madrid lo scorso gennaio. La rinascita del giocatore è stata lunga, ma il peggio è alle spalle… come dimostra il suo ritorno fortunato nella Spagna!

POKER – Trasferta facile per la Spagna sul campo delle Isole Fær Øer: partenza sprint con Sergio Ramos subito a segno (6′), poi è arrivaro il raddoppio di Jesus Navas (19′). I padroni di casa hanno accorciato le distanze con Olsen (30′), ma la Roja ha trovato il tris grazie all’autogol di Gestsson (34′). Nella ripresa la squadra di Robert Moreno, in panchina al posto dell’assente Luis Enrique, ha chiuso il discorso col gol di Gaya (71′). Un successo che vale molto in ottica qualificazione ad Euro 2020: la Roja è in testa a punteggio pieno dopo tre partite nel girone in cui ci sono anche Svezia, Romania, Norvegia e Malta. La grande notizia della serata però è stata il grande ritorno di Cazorla.

SANTI IN PARADISO – La stagione andata in rassegna è stata indimenticabile per il centrocampista, sceso in campo 35 volte nella Liga dopo un stop lungo due annate. Conquistata una sudatissima salvezza col suo Villarreal, Cazorla è ritornato protagonista anche tra le fila della sua Nazionale in cui si erano perse le sue tracce da quattro anni, da quando era cominciato il suo calvario. L’ex giocatore dell’Arsenal è rimasto in campo per novanta minuti con le Fær Øer: per Cazorla è l’inizio di una seconda vita con la Spagna? Sarà lui il faro della Roja ai prossimi Europei? Uno come Santi è abituato a fare i miracoli. Lunedì intanto potrebbe scendere in campo al Santiago Bernabeu nella sfida contro la Svezia… alla faccia di tutti quelli che lo avevano dato ormai per finito!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy