Caso Griezmann, la dirigenza del Barcellona è infuriata con Piquè

Caso Griezmann, la dirigenza del Barcellona è infuriata con Piquè

La telenovela del trasferimento di Griezmann al Barcellona potrebbe aver inasprito e non poco i rapporti fra il centrale catalano e la dirigenza culè, che gli riserva una tirata d’orecchi pubblica e inequivocabile.

di Redazione Il Posticipo

Quel Piccolo Diavoletto che ci ha fatto litigare… Gira e rigira, sembra che la colpa del mancato di trasferimento di Griezmann al Barcellona sia…di Piquè. La notizia rimbalza dalla Spagna, riportata da Marca, e nasce dalle parole di Jordi Mestre, vice presidente del club, alla presentazione di Abidal come direttore tecnico dei blaugrana.

DOCUMENTARIO – Galeotto fu il documentario? Di certo il coinvolgimento del centrale difensivo del Barcellona nel documentario del “Piccolo diavolo” in cui il calciatore afferma di voler rimanere a Madrid, lasciando a bocca asciutta i catalani, non è affatto piaciuta (eufemismo) alla dirigenza culè, che non lo ha neanche mandato troppo a dire. “Rispetto la decisione di Griezmann di rinnovare per l’Atletico Madrid, come rispettiamo la decisione di qualsiasi giocatore sulla scelta del proprio futuro professionale. L’Atletico era informato ufficialmente del nostro interesse. Perché vogliamo giocatori importanti e decisivi ma anche determinati ad avere successo qui. Mi spiace per come si è svolta e per come si è conclusa la questione”.

PIQUÈ –  Il documentario è firmato Kosmos, compagnia di produzione legata a Piquè. E la cosa non è andata giù alla dirigenza. “Il presidente ha parlato con Piquè e gli ha spiegato che la sua partecipazione al documentario ha sorpreso e creato parecchio disappunto fra la dirigenza e fra i tifosi del Barcellona. Dopo il Mondiale parleremo personalmente e privatamente sia con Piquè che con Umtiti (che aveva retwittato il post di Griezmann sulla sua decisione, ndr), ma ciò che ci diremo non sarà reso pubblico”. E improvvisamente le voci degli scorsi giorni, che parlavano di una dirigenza del Barça pronta a prendere provvedimenti contro il catalano, forse togliendogli anche la fascia da capitano, non sembrano più così esagerate.

FINE? –  Il caso è chiuso? Beh, ottima domanda. Mestre, secondo quanto riferito dal giornale spagnolo, si è mostrato visibilmente turbato ai microfoni e, dopo le sue dichiarazioni, non avrebbe accettato ulteriori domande sul caso Griezmann. La giustificazione? Il protagonista avrebbe dovuto essere Abidal. Del resto era la sua presentazione. L’ex esterno del Barcellona capirà la situazione e comprenderà. Intanto il mercato è già partito, sebbene i campioni in carica della Liga siano ancora fermi. E senza Griezmann, ora i tifosi si aspettano un altro grande colpo. “Abbiamo programmi che stiamo portando avanti da molti mesi e ci sono molti giocatori che ci interessano. Stiamo ancora lavorando sodo”, assicura il vicepresidente. Adesso le parole però devono tramutarsi in fatti concreti.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy