Campioni del Mondo? E che sarà mai! Quattro blancos…si disinteressano

Campioni del Mondo? E che sarà mai! Quattro blancos…si disinteressano

Curioso finale al termine del Mondiale per Club. Dopo la premiazione il gruppo del Real si è sfilacciato. Chi impegnato nel giro d’onore, chi intento a farsi gli affari propri, chi addirittura quasi disinteressato alla cosa. Quattro nomi al di sotto di ogni sospetto. Abitudine o voglia di andare via?

di Redazione Il Posticipo

Real, ma che festa è? I blancos festeggiano un altro titolo ma senza alcun apparente trasporto emotivo. Evidentemente, beati loro, non è certamente il caso di scomodarsi in casa Real per una vittoria nel Mondiale per Club, specialmente contro l’Al-Ain. Eppure quanto accaduto e riportato da Marca apre anche diversi scenari di mercato.

SCIOLTI – Dopo la consegna del trofeo in mano al capitano Sergio Ramos, sempre più uomo delle finali, e aver scattato le foto, come consuetudine, i calciatori anziché restare compatti per il giro d’onore si sono disuniti e sparsi per il campo. Ognuno pensando ai fatti propri: Nacho e Marcelo sono andati a tagliare la rete, Solari e Bale chiacchierano e vanno in cerca dei loro parenti. I più giovani, evidentemente i più felici, si sono concessi il canonico giro di campo. A occhio e croce, neanche una quindicina fanno la classica corsetta e fra i “dissidenti” anche alcuni calciatori non esattamente al di sopra di ogni sospetto. Tre nomi, su tutti, non a caso: Navas, Carvajal e Isco, più Kiko Casilla. E immediatamente il giro di campo “mancato” ha alimentato dubbi sia sulla compattezza dello spogliatoio, sia sulla effettiva possibilità dei tre big di proseguire l’avventura in maglia blanca.

INDIFFERENZA – Resta da capire il motivo di questo atteggiamento: i nomi dei “dissociati” non sono casuali. Chi per un motivo, chi per un altro, hanno tutti un buon motivo per essere scontenti o per non sentirsi protagonisti e in ogni caso all’interno del progetto blancos. Navas non ha gradito l’arrivo di Courtois, Carvajal dopo gli infortuni fatica a ritrovare minuti, Casilla è da tempo lontano anni luce dal sentirsi parte del gruppo. E soprattutto Isco, dopo le recenti polemiche, ha un piede e tre dita fuori dal Real. Più che probabile, dunque, che l’indifferenza non sia stata generata solo dall’abitudine a vincere, quanto da una situazione di disagio manifesta e sempre meno sopportabile. E chissà se, al prossimo giro, questa volta di mercato, i dissidenti non prendano la porta d’uscita…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy