E anche nel Futsal, il Portogallo strappa il titolo europeo alla Spagna

E anche nel Futsal, il Portogallo strappa il titolo europeo alla Spagna

I campionati europei di Futsal si sono conclusi con l’epocale vittoria del Portogallo contro i campioni in carica della Spagna in un derby iberico indimenticabile. Ma non è la prima volta.

di Riccardo Stefani

Il Futsal sta conquistando il cuore di un numero sempre maggiore di appassionati di sport, convogliando alcuni spettatori dal calcio, altri dalla palla a mano ed altri ancora da chissà quali altre discipline. Certo, è uno sport molto bello da guardare ma per capirlo a fondo serve quasi una laurea in architettura: le geometrie disegnate dagli allenatori sarebbero degne di una ricca manualistica e la velocità con cui queste si rincorrono in maniera ordinata aiuta a comprendere quanto lavoro ci sia dietro. Durante il campionato europeo appena concluso molte squadre si sono distinte per l’organizzazione e per la rapidità della manovra ma tra queste il Portogallo e soprattutto le prodezze del suo fuoriclasse Ricardinho sono diventate, come direbbero i giovani, virali sul web, lusso che questa disciplina non si concede troppo spesso, purtroppo.

PRIME VOLTE…

C’è sempre una prima volta, non solo per quanto riguarda il picco dell’eco mediatica, ma ce n’è una anche per la nazionale portoghese di calcio a cinque di portarsi a casa il trofeo. E questa bella soddisfazione arriva insieme alla gioia di soffiare il titolo ai cugini spagnoli che hanno lottato fino alla fine per confermarsi campioni. Ma niente, questa edizione ha parlato chiaro e il rosso-verde ha trionfato sul rosso-giallo dimostrando che la supremazia territoriale non coincide necessariamente con una maggior probabilità, che statisticamente verrebbe data per scontata, di sfornare campioni. Uno su tutti, sfortunatamente per gli spagnoli, Ricardinho è nato al di là della Raya (così è noto il confine tra le due nazioni iberiche).

… E ABITUDINI, O QUASI

Ci sono poi dei meccanismi che si ripetono, delle ridondanze, delle dinamiche alle quali ci si può abituare e farle diventare una specialità della casa, una sorta di piatto tipico; un Arroz de Marisco, per gli specialisti. Possiamo trovare quindi delle parole chiave per individuare il nuovo vizietto sportivo portoghese: palla, europeo, Spagna, soffiare e titolo. Prendiamola un po’ larga, è più divertente. Tornando indietro al 2012 i campionati europei di calcio (a 11) li vinceva la Spagna ma nell’edizione successiva, nel 2016, il Portogallo soffia il titolo ai quasi conterranei permettendo alla coppa il lusso di non spostarsi di troppi chilometri.

Tornando al Futsal, il Portogallo non si è accontentato del titolo ma ha portato due dei suoi giocatori sul tetto della classifica marcatori del torneo: a Ricardinho sono bastate sette realizzazioni per vincere il riconoscimento di capocannoniere del torneo mentre al suo compagno di squadra Bruno Coelho non è riuscito ad uguagliarlo per una sola lunghezza. Con un goal in più ci sarebbe stato un altro dato davvero curioso: vincitori con due capocannonieri. Quasi una sfida per i prossimi sfidanti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy