Calvario Neymar, il medico del Brasile non ha dubbi: “Gli infortuni dipendono da lui… L’ho visto molto spaventato”

Calvario Neymar, il medico del Brasile non ha dubbi: “Gli infortuni dipendono da lui… L’ho visto molto spaventato”

Il medico del Brasile fa chiarezza sugli incidenti ricorrenti dell’attaccante del Psg. L’infortunio dei legamenti della caviglia ha messo fuori dai giochi Neymar in vista della Copa América. Secondo Rodrigo Lasmar tutti questi guai fisici non sono un caso…

di Redazione Il Posticipo

Neymar cade ancora e si fa tanto male. L’attaccante non parteciperà alla Copa América per l’infortunio dei legamenti della caviglia subita nell’amichevole col Qatar. Non è la prima volta che O Ney ci rimette il fisico ed è costretto a guardare i suoi compagni dalla panchina: lo scorso gennaio il giocatore ha subito un brutto infortunio al piede destro che lo ha obbligato a restare fuori per parecchi mesi. A giugno è arrivata una ricaduta… tutt’altro che casuale?

STILE DI GIOCO – Il medico del Brasile ha spiegato quali ragioni si nascondono dietro gli infortuni ricorrenti del giocatore. Rodrigo Lasmar ha rivelato il suo punto di vista ai microfoni di Globoesporte: “Le fratture al metatarso e la distorsione della caviglia non hanno una correlazione diretta, sebbene siano stati provocati dalla stessa azione. La prima volta che è successo, il movimento del piede e della caviglia ha portato a una frattura alla base del quinto metatarso e a una rottura di due legamenti della caviglia. Ora è capitato per la stessa azione, per una fatalità, per il suo stile di gioco… Lui riceve un fallo, protegge, cerca lo strappo e il suo piede finisce per girarsi… Questa volta non gli è successo niente nel metatarso, ma ha subito la rottura del legamento”. Neymar deve incolpare se stesso?

PAURA – Il medico del Brasile sostiene che lo stile di gioco di Neymar comporta spesso brutti infortuni. Il signor Lasmar conosce benissimo il caso, come riporta As: è stato lui infatti a operare il giocatore dopo il primo infortunio lo scorso anno, ma per fortuna quella “frattura è ormai consolidata” e si trova in una regione che non è stata intaccata dalla lesione subita col Qatar. Il medico ha confermato che serviranno quattro settimane per rivedere in campo il giocatore, molto preoccupato per l’ennesimo stop: “Neymar era spaventato quando ha visto la regione infiammata, gli sono venuti subito in mente i problemi che ha avuto e si è disperato. Pensava che fosse lo stesso infortunio”. Neymar riuscirà a uscire dal tunnel di questi infortuni ricorrenti? Il Brasile e tutto il suo entourage ci sperano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy