Contratti pazzi: da “ingaggio più bonus” a “bonus più ingaggio”

Contratti pazzi: da “ingaggio più bonus” a “bonus più ingaggio”

Nel calcio di oggi, un modo per convincere un calciatore a trasferirsi è quello di legare alcuni bonus al contratto. Al punto che alcuni giocatori potrebbero guadagnare più di bonus che di stipendio.

di Redazione Il Posticipo

Calciomercato 2.0, quando serve sempre trovare un modo differente per convincere i migliori giocatori d’Europa a sposare il proprio progetto. Essere un grande club non basta, e da qualche anno, paradossalmente, non basta neanche offrire un ingaggio in grado di lasciare a bocca aperta. Nel calcio di oggi sono molti i club in grado di offrire uno stipendio esagerato, e l’unico modo per convincere un calciatore, è quello di legare alcuni bonus al contratto. Un paradosso, tanto che, adesso, alcuni giocatori potrebbero guadagnare più di bonus che di stipendio. Situazioni disperate, che quasi sempre arrivano nella finestra invernale di calciomercato, quando la squadra ha bisogno di un rinforzo, e per convincere grandi giocatori a spostarsi a gennaio, serve mettere sulla bilancia un’offerta irrinunciabile. Questa è la situazione sottolineata dal Daily Mail attraverso dati filtrati da Football Leaks.

AUBAMEYANG – L’ex bomber del Borussia Dortmund, passato all’Arsenal questo inverno per 64 milioni di euro, vince la gara dei bonus più alti. Un colpo cercato a lungo da Wenger, che il 31 gennaio riesce finalmente a convincere il calciatore. Come? Ponendo, oltre i 18 milioni di sterline a stagione, dei bonus irrinunciabili. Il gabonese, infatti, dovesse arrivare al termine del suo contratto con i Gunners (2021), riceverà 15 milioni di sterline per la sua “lealtà”. E non è finita qui: un bonus di 300 mila sterline per raggiungere quota 25 gol e assist, 50 mila sterline per ogni partita di Premier League iniziata da titolare e vinta dalla squadra. A tutto questo, inoltre, va ricordato il primo bonus caduto: se l’Arsenal si fosse qualificata per la prossima edizione di Champions League, l’attaccante avrebbe ottenuto 2,26 milioni di sterline in più.

PREMIER LEAGUE – Il Liverpool non è protagonista solamente in Champions League. L’acquisto di van Dijk (85 milioni di euro), ha portato i Reds sulla bocca di tutti e, il più delle volte, senza elogi. I bonus legati all’olandese sono, inevitabilmente, legati al mantenere la porta inviolata: 375 mila sterline per diciotto clean sheet, fino ad arrivare a 750 mila se la squadra raggiunge quota ventidue gare senza prendere gol. Tra i tanti bonus folli, spicca quello di Morata, che può ottenere 830 mila sterline in più giocando la metà delle partite della squadra da titolare, ma anche 880 mila sterline per raggiungere quota 25 gol. Riflettori puntati anche su Sanchez, che scegliendo l’Old Trafford e lasciando l’Emirates Stadium, si è aggiudicato un bonus di 75 mila sterline per ogni gara iniziata da titolare, 2 milioni in caso raggiungesse quota 40 gol e assist, ed un milione in più sul contratto ogni nuova stagione (partendo dalla già alta cifra 20 milioni di sterline a stagione).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy