Lucas contro Lucas: questione di credibilità

Lucas contro Lucas: questione di credibilità

Il Milan si affida a Biglia: la sfida con i biancocelesti è doppiamente importante. L’argentino deve affrontare quello che, privato del suo apporto, è diventato il miglior centrocampo della A.

di Redazione Il Posticipo
Milan suso

Milan-Lazio è una sfida fondamentale per il futuro rossonero di Biglia e di Gattuso. L’allenatore ha rivitalizzato il centrocampista, che adesso ha il dovere di fugare un dubbio che assilla i tifosi rossoneri: è stato un acquisto azzeccato o era il gioco di Inzaghi a renderlo così forte?

Biglia contro il miglior centrocampo d’Italia

La sfida di Biglia è contro il miglior centrocampo d’Italia, contro il suo passato con la voglia di dimostrare che non è stato un bluff. Lo scorso anno, sotto la guida di Inzaghi, l’argentino si è rivelato il miglior regista del campionato. Passato in rossonero, fra problemi fisici e cali di forma, si è ritrovato senza la certezza di una maglia da titolare e scavalcato nelle gerarchie da Montolivo. L’arrivo di Gattuso, coinciso con il recupero fisico, lo ha di nuovo rimesso al centro del campo. Nel frattempo, con lui, il Milan è affondato. E senza di lui, la Lazio è lievitata ed ha la linea mediana più forte del campionato. Quindi il dubbio è lecito: Biglia è un grande giocatore o è stato reso tale da Inzaghi?

Argentino atipico

Biglia è un argentino atipico: non ha la garra caratteristica dei giocatori sudamericani provenienti da quella porzione di mondo. Resta comunque uno dei migliori interpreti del ruolo, capace di ritagliarsi uno spazio nella Seleccion che ambisce al titolo mondiale. Prima della campagna di Russia, però, c’è da mettere su le tende a Milano. Gattuso ha piazzato i picchetti, adesso Biglia ha i suoi margini di manovra come fulcro centrale di centrocampo con due mezzali accanto. Una di corsa e fisico, Kessie, una di fosforo e qualità Bonaventura. Una mediana intelligente, che, non a caso, sta aiutando il centrocampista argentino a ritrovare passo e ritmi.

Biglia deve saper comandare

Qualità che potrebbero non essere sufficienti contro i biancocelesti. Nel match Lucas conto Lucas (Leiva), Biglia cede in personalità e cattiveria. Gli è forse superiore tecnicamente ma, quando i ritmi si alzano e c’è da indossare l’armatura, il suo successore sa farsi preferire mentre il centrocampista del Milan perde misura e posizione e tende ad essere saltato. Ecco perchè Milan-Lazio dipende molto da lui. Se è capace di prendere in mano il centrocampo ed evitare lo scontro fisico e giocare con il pallone e i compagni, i rossoneri possono sperare di fare risultato. Altrimenti la sentenza sembra scritta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy