Invasione di…gatto? 34 mila euro di multa…

Invasione di…gatto? 34 mila euro di multa…

I gatti? Bellissimi, ma non in campo. La UEFA applica il regolamento: Besiktas multato per disorganizzazione nella gara di Champions con il Bayern per… invasione di gatto.

di Redazione Il Posticipo

I gatti? Bellissimi, purché non facciano…invasione di campo. Succede anche questo. Che dei felini passeggino liberamente per un campo di calcio in una sfida di Champions League. La UEFA non sente ragioni e ha multato il Besiktas, colpevole di non aver organizzato a dovere la sfida di ritorno contro il Bayern Monaco.

GATTO IN CAMPO – La storia è nota. In quel di Istanbul si gioca il ritorno dell’ottavo di finale meno combattuto della Champions. Il Besiktas non ha alcuna speranza di ribaltare i cinque gol subiti a Monaco di Baviera però ci mette, come è giusto che sia, tutto l’impegno possibile. Se non che, sul risultato di 0-2 per i bavaresi, arriva il curioso fuoriprogramma. Un gatto passeggia indisturbato per il campo da gioco. Inammissibile, secondo le autorità che organizzano il massimo torneo continentale per club. Scatta, inevitabile, la procedura: l’episodio, infatti avrebbe spezzato il ritmo di una gara che però procedeva senza alcuna tensione agonistica.

POCA ORGANIZZAZIONE – Eppure il Besiktas, leggendo scrupolosamente il regolamento, ha violato il paragrafo 1 dell’articolo 16 del codice disciplinare. Quello che stabilisce la capacità di organizzazione, applicabile anche per i fumogeni e le scale non sgombre. E alla fine del procedimento, è scattata la sanzione: ben 34 mila euro per..invasione di gatto. E pensare che il simpatico micio è stato premiato come migliore in campo nella partita contro i turchi (sondaggio indetto dalla stessa società tedesca) e che il Bayern Monaco lo aveva davvero preso in simpatia, scegliendolo per il meme che ha accompagnato la sua Champions. E il motto “Mia San Mia” è diventato “Mia San Meow”.

2027cfe8dcd05289530420f84cfecead

TROPPO ZELO – Del resto sempre meglio un’invasione di gatto che una invasione di campo. O peggio. I tifosi del Besiktas sono stati molto spesso al centro di situazioni che avevano poco a che fare con il calcio. E in questa situazione, oggettivamente, il simpatico felino che ha avuto il torto di trovarsi nel prato sbagliato al momento sbagliato rischia di trasformarsi in un’icona dello zelo. Molto meglio un “miao” di cori o di oggetti scagliati in campo o di disordini? Ma lì l’organizzazione del club, in effetti, c’entra poco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy