Hatem Ben Arfa, il fuori rosa più costoso del mondo

Hatem Ben Arfa, il fuori rosa più costoso del mondo

Nelle ultime ore di calciomercato, col protrarsi di una situazione a dir poco spiacevole, Ben Arfa sbotta con i media: “sto imparando a non esistere”. È fuori rosa da tempo immemore ma chissà quante squadre farebbe felici.

di Riccardo Stefani

Fine gennaio. C’è chi arranca per cercare di “riparare” la rosa, chi non ha problemi finanziari né di FPF e acquista i talenti del momento, altri invece corrono ai ripari cercando giocatori in scadenza o addirittura svincolati. E poi c’è lui, Hatem Ben Arfa, che non vede il campo in partite ufficiali dal lontano cinque di aprile dello scorso anno. È vero, la scorsa estate quasi tutte le squadre alla ricerca di glorie di mercato pensavano di andare a far spesa a Parigi, considerando che la città fosse troppo piccola per tutti quei trequartisti ed esterni.

Chi voleva Pastore, chi Di Maria, chi Lucas Moura e chi Draxler. Nessuno ha chiesto notizie di Ben Arfa. Neanche la Roma, nonostante cercasse così disperatamente un’ala destra di piede mancino per Di Francesco, ha trattato il fantasista francese: piuttosto un destro naturale come Moura, ma non Hatem. In questi giorni l’ex Lione, Marsiglia e Nizza ha esternato la propria rabbia alla stampa nazionale sperando forse che tale grido di dolore possa arrivare in uno di quei bellissimi hotel dove si premono i bottoni del calciomercato.

IMPARARE A NON ESISTERE

Il quasi trentunenne vede nero, nerissimo e questo fuoriesce dai denti stretti per l’amarezza mentre dichiara al giornalista di “So Foot” che dopo ciò che ha fatto vedere in passato non è facile “imparare a non esistere” (non viene neanche menzionato come membro della squadra). Più che comprensibile per un giocatore di tale talento che non gioca da quasi un anno. Emery non lo vede e Hatem di tutto punto segue la sua squadra dalla tribuna, quasi per ricordare che lui c’è. Forse lasciare il Nizza è stato un errore, forse c’era da aspettarselo in un club che ha le risorse per acquistare qualsiasi campione voglia, forse, forse, forse.

A CHI SERVE UN BEN ARFA?

Neanche a dirlo, qui in Italia (e non solo) un giocatore del genere potrebbe far contente diverse squadre. Soprattutto quelle che cercano disperatamente un giocatore pronto, esperto magari, con piedi buoni, dribbling, assist e che possibilmente non costi troppo, uno che ha carattere e le qualità per prendersi sulle spalle la squadra in momenti di appannamento.

MA QUANTO COSTA?

Di nuovo, neanche a dirlo, il suo valore di mercato si aggira intorno agli otto milioni di euro ma non dovrebbe essere impossibile “strapparlo” al PSG, men che meno visto che il suo contratto che lo vincola a stare all’ombra della Tour Eiffel è in scadenza a giugno. Ok, il valore di mercato è piuttosto basso per un giocatore del suo livello. Ma quanto guadagna Ben Arfa? Beh, non poco. Al netto (dati dello scorso anno di “L’Equipe”) guadagna più di quattro milioni e mezzo a stagione. Il suo ingaggio non è alla portata di tutti ma un team scaltro che non volesse aspettare il suo svincolo contrattuale ed investire su di lui magari riuscirebbe a fargli abbassare le pretese perché in ogni caso finirebbe per giocare di più di quanto non faccia ora. D’altronde la vita è meno cara in Italia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy