Basta me ne vado! – Un tifoso del Tottenham lascia lo stadio con la squadra in svantaggio contro l’Ajax ma poi…

Basta me ne vado! – Un tifoso del Tottenham lascia lo stadio con la squadra in svantaggio contro l’Ajax ma poi…

In Champions si fa la storia ma… la pazienza è importante: un tifoso del Tottenham, però, si è perso la rimonta dei suoi perché ha lasciato lo stadio a fine primo tempo con la sua squadra in svantaggio.

di Redazione Il Posticipo

La pazienza è una virtù importante. Sempre meglio diffidare dei progetti con slogan “Tutto e subito”, a volte per avere una grande gioia, bisogna saper attendere e, se serve, sacrificarsi e soffrire un po’. E per “un po’” si intende quel che serve. In una partita di calcio, il tifoso è chiamato a sostenere la propria squadra del cuore, a prescindere dal risultato per tutta la durata della partita e anche di più, se necessario: lasciare lo stadio a metà partita, nonostante il risultato deludente non è carino. In genere non è un bel gesto nei confronti della squadra, ma a volte diventa una punizione auto-inflitta: come nel caso del tifoso del Tottenham che ha lasciato la Johan Crujiff Arena durante l’intervallo, con la partita sul 3-0 (complessivo) per l’Ajax.

LA STORIA – Si è detto e scritto spesso, nelle ultime quarantotto ore, che la semifinale tra Barça e Liverpool ha fatto la storia ed è verissimo ma la storia a cosa serve se non ad imparare dal passato? L’insegnamento da leggere tra le righe soprattutto per i tifosi e, a quanto pare, soprattutto per i tifosi delle squadre inglesi in Champions League, è che non bisogna mai perdere la speranza nella rimonta. Il Tottenham è rientrato dagli spogliatoi con la determinazione giusta per riprendersi in mano la partita e così ha fatto e, nel giro di 45 minuti o poco più, il risultato è stato capovolto quando più nessuno ci credeva.

LA STORY – Certo, tra il non crederci più e l’andarsene ci passa un oceano, ma il tifoso inglese ha optato per l’opzione più radicale. E non contento, si è fatto un selfie, mimando un saluto contrariato, mostrando alle sue spalle la parte esterna dell’Amsterdam ArenA e lo ha pubblicato come Instagram Story. Inutile dire che a fine partita, l’avventato tifoso è stato preso in giro dai moltissimi presenti e danzanti sul carro dei vincitori. Tra l’altro, oltre ad aver sprecato i soldi del biglietto d’entrata allo stadio e quelli del viaggio in Olanda, l’uomo ha perso anche l’opportunità di assistere al momento in cui, il terzo gol di Lucas Moura regalava agli Spurs l’accesso alla loro prima storica finale di Champions League. La fretta, come si dice spesso, è cattiva consigliera e a volte… pessima.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy