Barcellona, tutti campioni tranne qualcuno

Barcellona, tutti campioni tranne qualcuno

Sulla maglia celebrativa della vittoria della Liga da parte dei catalani, ci sono i nomi degli arrivi di gennaio e persino di chi non ha mai giocato. Eppure mancano Deulofeu, Arda Turan e…Mascherano!

di Redazione Il Posticipo

Dimenticanza? Scelta intenzionale? Sarà, ma comunque una brutta botta al morale di Gerard Deulofeu. Il numero 7 del Barça, riportato alla base in questa stagione dopo l’esperienza al Milan, non sta vivendo il momento migliore della sua carriera. In blaugrana non ha trovato spazio quasi mai, giocando un totale di 800 minuti in una ventina di partite, molte delle quali da subentrato. Ed il suo futuro sembra lontano dalla Catalogna, con il Watford (dove ha passato la seconda metà dell’anno calcistico) pronto a riscattarlo nonostante un infortunio lo stia tenendo fermo. Ma a Barcellona non si strapperanno certo i capelli, dato che se lo sono già…scordato.

DIMENTICATO – Nel vero senso della parola, dato che sulla maglia celebrativa della Liga numero 25 dei blaugrana c’erano i nomi di tutti i calciatori che hanno contribuito alla conquista del campionato. Ci sono gli acquisti invernali come Coutinho e Yerry Mina, c’è persino Rafinha, ora all’Inter, che in campionato non ha giocato neanche un minuto, ma manca Deulofeu. E dire che, seppur in poche occasioni, il classe 1994 è stato strumentale alla vittoria dei catalani. Come nella prima partita stagionale, vinta per 2-0 contro il Betis grazie a due assista dell’ex milanista, che ha anche segnato la rete iniziale nel 2-0 casalingo al Malaga. Non saranno numeri degni di Messi, ma abbastanza per essere inserito nella maglia.

E MASCHERANO? – Evidentemente no. Ma a ben vedere, c’è qualche altra assenza eccellente. Passi per Arda Turan, che non è mai stato impiegato e che a gennaio è tornato in Turchia. Ma il fatto che nell’elenco manchi il nome di Javier Mascherano fa pensare che la maglia celebrativa, nonostante un vantaggio rassicurante in classifica, sia stata preparata in fretta e furia. Come giustificare altrimenti il fatto che ci si sia dimenticati del Jefecito, per otto anni bandiera e baluardo difensivo del club? Chissà. L’argentino non si è ancora fatto sentire al riguardo. Al contrario di Deulofeu, che ha chiesto pubblicamente su Twitter se questa Liga non sia anche un po’ sua, nonostante non sia finito nell’elenco. Ricevendo tra l’altro risposte abbastanza variegate. In ogni caso, in bacheca dovrebbe comunque contare. A meno che non si siano dimenticati di lui e degli altri anche nella composizione ufficiale delle rose!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy