Il Barcellona e la clausola Coutinho: 115 milioni in più di “tassa” su ogni possibile acquisto dal Liverpool

Il Barcellona e la clausola Coutinho: 115 milioni in più di “tassa” su ogni possibile acquisto dal Liverpool

A fine 2018 si parlava di una clausola all’interno del contratto del brasiliano che impediva ai blaugrana di acquistare un calciatore dei Reds per tre anni. Beh, forse non è esattamente così. I catalani possono fare un’offerta per qualche giocatore del Liverpool. Ma potrebbe costargli molto caro.

di Redazione Il Posticipo

A chi è convenuto l’affare Coutinho? Il trasferimento del brasiliano al Barcellona è stato uno dei colpi di mercato più costosi della storia del calcio. Ben 160 milioni di euro, tra prezzo base e bonus, per portare l’ex interista alla corte di Messi. Finora non è che il verdeoro abbia brillato granchè, ma dalle parti del Camp Nou c’è fiducia nel talento del calciatore. E anche Rivaldo, uno che di Barça se ne intende, ha consigliato al suo connazionale di non mollare. Al momento, però, innegabile che a guadagnarci sia stato il Liverpool. Con i soldi incassati per Coutinho, i Reds hanno acquistato due pilastri come Van Dijk e Alisson.

CLAUSOLA COUTINHO – E non solo. Da quanto riporta il Daily Mail, l’aver ceduto il brasiliano al Barcellona potrebbe avere qualche altro effetto collaterale molto…particolare. A fine 2018 si parlava di una clausola all’interno del contratto che prevedeva che i blaugrana non potessero più acquistare un calciatore dei Reds per tre anni (dunque fino a fine 2020, considerando che Coutinho è arrivato in Catalogna a gennaio 2018). Ma il tabloid inglese rivela che forse non è esattamente così. E che, se proprio insistono, a Barcellona possono tranquillamente decidere di fare un’offerta per qualche giocatore a disposizione di Klopp. Ma potrebbe costare molto caro ai catalani.

SOVRATTASSA – E per “molto caro” si intende 100 milioni di sterline (che in euro sono 115) in più per ogni calciatore del Liverpool. Questa, secondo il Daily Mail, la vera natura dell’accordo. Il che equivale, più o meno, a mettere un cartello con su scritto “incedibile” ai propri calciatori, almeno se l’offerta arriva da Barcellona. Se per esempio i blaugrana dovessero decidere che come erede di Piquè è necessario acquistare Van Dijk, invece che pagarlo circa 120 milioni di sterline, si ritroverebbero a doverne spendere 220, a meno di non trovare un accordo diverso con il club inglese. Un modo come un altro per tenere al riparo i propri talenti da un “cacciatore” pericoloso come il Barça, che sa sempre (o quasi) come convincere un calciatore a trasferirsi al Camp Nou. E da questo punto di vista, il Liverpool forse ci ha visto lungo. Se qualcuno vuole così tanto andare in Catalogna…dovrà costringere i blaugrana a pagare la tassa!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy