Bale, stoccata a CR7? Ecco perché l’addio del portoghese…l’ha aiutato!

Bale, stoccata a CR7? Ecco perché l’addio del portoghese…l’ha aiutato!

Il gallese ha trascinato il Real Madrid nella semifinale contro il Kashima Antlers realizzando una tripletta. Dietro il momento d’oro dell’ex Tottenham però non ci sarebbe solo una strepitosa forma fisica, ma anche la cessione… di Cristiano Ronaldo!

di Redazione Il Posticipo

Insieme hanno vinto tanto, tantissimo. Eppure oggi non sembrano mancarsi… Da quando Cristiano Ronaldo è andato alla Juventus, si è verificato ciò che Florentino Perez si auspicava e in cui credeva fortemente: il rendimento di Gareth Bale è cresciuto in maniera esponenziale e le sue reti sono state determinanti per battere i giapponesi del Kashima Antlers nella semifinale del Mondiale per Club. Tre gol strepitosi che hanno proiettato il gallese direttamente nella storia della competizione: eguagliate le triplette di CR7 e Suarez in passato. Dietro i successi recenti di Bale ci sarebbe anche una fiducia ritrovata nei propri mezzi e soprattutto il sorriso… spuntato di nuovo  dopo l’addio di Cristiano Ronaldo?

“MI PIACE QUELLA POSIZIONE” – Bale si sta divertendo moltissimo a giocare a sinistra, nella posizione che è stata di sua pertinenza nelle stagioni al Tottenham e che ha faticato a tenersi stretta dopo l’arrivo al Real per un motivo molto semplice: lì ci giocava Cristiano Ronaldo! Ma adesso che il portoghese è andato via, il gallese può sorridere e trovare affiatamento finalmente anche col suo nuovo compagno di reparto Marcelo, come raccontato ai microfoni del Mirror: “All’inizio della mia carriera, ho giocato tanto come ala sinistra e mi sento a mio agio a giocare in quella posizione”. Il gallese però non si sembra tirarsi indietro…

UN ALTRO TROFEO? – Bale si mette però a totale disposizione del tecnico Solari: “Posso giocare a destra, a sinistra o al centro, giocherò ovunque l’allenatore avrà bisogno. È bello segnare, ma la cosa più importante è aiutare la squadra e raggiungere la finale”. Bale punta un altro trofeo: per farlo però dovrà superare l’Al-Ain in finale, che ha battuto il River a sorpresa in semifinale. “Questo trofeo è importante per me perché per il club è fondamentale vincere ancora. Ed il motivo per cui lavorano tutti i giocatori”. Se poi potrà farlo persino giocando al posto di Cristiano Ronaldo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy