Bale convocato da Zidane? Sì, in ufficio per sentirsi dire di… fare le valigie

Bale convocato da Zidane? Sì, in ufficio per sentirsi dire di… fare le valigie

Gareth Bale, per lui un anno da dimenticare. Zinedine Zidane lo convoca in ufficio per fargli sapere che non farà parte del progetto Real Madrid del prossimo anno. In partenza non solo il gallese.

di Redazione Il Posticipo

La stagione di Gareth Bale non ha rispettato le aspettative. Tutta colpa sua? Beh, non proprio. Buona parte del popolo madrileno è più arrabbiato con Florentino Perez che non con il gallese. Certo, da un giocatore costato oltre cento milioni di euro ci si aspetta molto, ma molto di più rispetto a quello che ha dimostrato quest’anno ma non si può pretendere che prenda il posto di Cristiano Ronaldo, semplicemente perché Bale non è Ronaldo. Considerato ciò, però, non si smontano, ma neanche un po’, le voci che vorrebbero Gareth Bale lontano da Madrid, anzi: Marca riporta un suo faccia a faccia con Zizou che lo ha visto finire… sul mercato.

PRIMA E DOPO KIEV – Il quotidiano spagnolo spiega che il tecnico francese è finalmente riuscito ad avere il primo faccia a faccia con il gallese dopo quasi due mesi dal suo ritorno a Madrid ed ha comunicato al giocatore che non rientra nei piani tecnici della prossima stagione. Non che sia una grande sorpresa: lo scorso anno, Bale aveva lasciato già intendere di voler cambiare aria e sembrava già abbastanza chiaro che tra lui e Zizou non corresse buon sangue, ma il passo indietro del tecnico gli aveva fatto considerare la possibilità di disfare i bagagli. Errore?

IL FUTURO – Chi ci avrebbe pensato che Zidane sarebbe tornato a Madrid? Nessuno, o quasi. In ogni caso, oltre al suo rendimento molto al di sotto delle aspettative, il problema del gallese riguarda anche la totale mancanza d’integrazione con i compagni di squadra, le accuse da parte di alcuni di loro di non aver imparato una singola parola di spagnolo. Ora, almeno, non dovrà sottoporsi a delle “noiose” lezioni di lingua spagnola perché se Marca dovesse avere ragione, Zidane gli avrebbe detto molto chiaramente di cambiare aria. Su di lui è viglile il Manchester United ma, si sa, se in primavera germogliano 10 voci di mercato, in estate sbocciano 100 trattative. Che possono includere anche altri due esodati eccellenti, Llorente e Ceballos. Due che, come Bale, speravano che l’addio di Zidane potesse portare nuove occasioni con la camiseta blanca. Ma evidentemente, non avevano fatto i conti con Florentino. E ora si trovano a farli, loro malgrado, di nuovo col francese…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy