Atletico senza carattere, Saul si arrende: “Non siamo riusciti neanche a picchiare…”

Atletico senza carattere, Saul si arrende: “Non siamo riusciti neanche a picchiare…”

Il centrocampista getta la spugna dopo la clamorosa sconfitta all’Allianz Stadium: contro la Juventus di Cristiano Ronaldo, la squadra del Cholo Simeone non è stata in grado di farsi sentire sotto nessun punto di vista… ed è uscita dalla Champions!

di Redazione Il Posticipo

Sconfitto sotto tutti i punti di vista. L’Atletico Madrid esce dalla Champions League per mano di una Juventus strepitosa, che per una sera ha ridimensionato parecchio il peso della squadra del Cholo Simeone criticato dai suoi tifosi duramente al fischio finale. L’Atletico non è riuscito a farsi vedere né dalle parti di Szczesny né per quanto riguarda la presenza fisica in campo. All’Allianz i Colchoneros non stati in grado di giocarsela col proprio marchio di fabbrica: a fine partita il centrocampista Saul ha ammesso le lacune della sua squadra e fatto un applauso alla Juve.

NEMMENO LE BOTTE – La tripletta di Cristiano Ronaldo ha steso gli uomini del Cholo, che non sono sembrati in serata fin dalle prime battute di gioco. Al fischio finale il Saul ha gettato la spugna dopo una pessima gara di tutta la squadra: “La Juve è stata superiore sotto tutti i punti di vista e non abbiamo saputo reagire. Erano messi meglio in campo. Non siamo stati in grado nemmeno di picchiare e di mostrare il nostro carattere. Nelle gare a eliminazione diretta siamo sempre stati molto bravi, con un 2-0 non può succedere ciò che ci è successo”. Male i Colchoneros a Torino…

NESSUN TIRO – All’Atletico in fondo sarebbe bastato segnare un gol per mettere la partita su altri binari. Ma la squadra di Simeone fin dall’inizio ha badato esclusivamente a difendersi come ribadito da Saul e riportato da As: “Abbiamo perso sotto molti aspetti… Non siamo stati in grado nemmeno di impensierire il portiere della Juve, oggi sono stati migliori di noi, non c’è molto da spiegare. Devo solo complimentarmi con loro, adesso dobbiamo fare un passo avanti”. Al coro dei delusi si sono aggiunti anche capitan Godin e Koke: entrambi hanno ribadito che la Juventus va applaudita per ciò che è stata in grado di fare. Questa volta i complimenti vanno ad Allegri… il Cholo resta a secco!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy