Asamoah Gyan, dai milioni alla rovina: “Stai attento a chi nutri…”

Asamoah Gyan, dai milioni alla rovina: “Stai attento a chi nutri…”

Secondo i media ghanesi, l’ex attaccante dell’Udinese, Asamaoh Gyan è finito in rovina e non parla da mesi con la sua famiglia. Lui sbotta sui social e se la prende con chi ha accanto.

di Redazione Il Posticipo

“Dalle stelle alle stalle”. Il modo perfetto di descrivere la situazione di qualcuno che nel giro di qualche tempo passa da una situazione idilliaca ad una terribile, generalmente, inaspettata. Si parla spesso degli stipendi faraonici percepiti dai calciatori, ma più di rado si viene a conoscenza che certe situazioni non sono destinate a durare in eterno. Proprio come nel caso di Asamoah Gyan, ex giocatore di Udinese e Sunderland, nonché capitano della nazionale ghanese. Stando a quanto riportano i media ghanesi, il calciatore sarebbe caduto in rovina e sono diversi mesi che non ha contatti con la sua famiglia. Che succede?

NON UN SOLDO – Beh, succede che dopo un avvio di carriera in Friuli che lasciava presagire un prosieguo degno di un ‘crack’, il giocatore sembra non essere riuscito a trovare la propria dimensione né in Francia con il Rennes, né in Inghilterra con il Sunderland. Certo, non che la sua risponda al ritratto di una carriera deludente: ha girato il mondo con il pallone tra i piedi ed è arrivato a capitanare la propria nazionale. Eppure, ora pare che non abbia più un soldo: oggi gioca al Kayeserispor che però, stando a quanto dice Gyan, non lo paga. Ma non solo: il suo conto in banca… è prosciugato.

SERPENTI – A dare la notizia ci pensa MyNewsGh.com, portale d’informazione ghanese, secondo il quale il capitano della nazionale avrebbe dichiarato di non possedere altri conti bancari in altri paesi diversi da quello in cui gioca attualmente, la Turchia. Conto che, però, è completamente vuoto. È strano, soprattutto pensando che durante il suo periodo all’Al-Ain Asamoah Gyan guadagnava oltre 200.000 € a settimana e che anche in Cina il suo stipendio non era esattamente basso. E oltre a questo, il calciatore ha anche problemi personali: non si sente con la famiglia da mesi. Un indizio sulla situazione però arriva su Instagram, dove il giocatore pubblica la vignetta che raffigura un uomo che dà da mangiare ad un serpente il quale lo morderà il giorno seguente con la didascalia: “Stai attento a chi nutri. Ti renderai conto che alcune persone hanno solo bisogno dell’energia per morderti dopo che li avrai nutriti”. Parenti…serpenti e affamati di denaro?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy