La maglia nella posta: il Barça corteggia sempre più (King) Arthur

La maglia nella posta: il Barça corteggia sempre più (King) Arthur

Con buone probabilità in Catalogna è in arrivo Arthur, talento classe 1996 del Gremio, a portare una boccata d’aria fresca al centrocampo blaugrana. Neanche a dirlo, è di un’altra categoria e… ha già la maglia.

di Riccardo Stefani

Una leggenda catalana narra che Xavi abbia incastonato una spada nel cerchio del centrocampo, in molti hanno provato ad estrarla ma invano. In un cono di luce sembra in arrivo l’unico che potrebbe farcela. Troppa pressione? Sì, ma ha cominciato il Barça facendo posare il giovane Arthur con la propria maglia prima ancora che il trasferimento sia concluso. Arthur non ha ancora compiuto ventidue anni ma secondo i più è l’uomo giusto per giocare alle spalle di gente del calibro di Lionel Messi e Luis Suarez. Nonostante il caro (in tutti i sensi) arrivo di Philippe Coutinho la società catalana non è sazia: le ultime ore di mercato serviranno a portare in terra iberica, almeno virtualmente, il golden boy brasiliano per sostituire con buona probabilità il connazionale esule Rafinha. Quindi per la metà campo sembra essere iniziato un processo di restyling completo: Arthur è pronto; ha già la maglia!

LE CONDIZIONI

Sì, ok, ha la maglia ma questo non vuol dire nulla. O no? Beh, in ogni caso, anche se le trattative sembrano ben solide e in stato avanzato il presidente del Gremio non ha ancora del tutto accettato il possibile addio del suo campione-miniera d’oro. Romildo Bolzan, patron del club attualmente quarto in classifica nel campionato brasiliano, ha dichiarato di non voler cedere per nessun motivo il ragazzo per una cifra inferiore alla sua clausola rescissoria: cinquanta milioni di euro. Certo, non è questo l’anno in cui a Barcellona si può fare gli schizzinosi di fronte ad una cifra del genere (soprattutto dopo averne incassati duecentoventidue).

LA SOVRABBONDANZA

Il problema potrebbe essere un altro: Rakitic, Busquets, Iniesta, Paulinho, Coutinho, André Gomes, Denis Suarez, Sergi Roberto… Ma quanti centrocampisti servono a Valverde? Anche se la trattativa si dovesse chiudere entro la fine del mese, il giovane Arthur potrebbe rimanere in prestito nella sua attuale squadra. Così facendo, magari si potrebbe riuscire ad ottenere un piccolo “sconto” sul cartellino del ragazzo e il Gremio avrebbe a disposizione ancora per un po’ il proprio gioiello. Chissà, magari qualcuno degli attuali centrocampisti blaugrana potrebbe partire entro l’estate e tutta questa digressione potrebbe essere discutibilmente utile.

LA CONCORRENZA dell’Inter per Arthur

Attenzione, però: anche l’Inter è sul centrocampista. I nerazzurri magari non condividono la solidità finanziaria del Barça ma con un po’ di sforzo, magari con qualche cessione eccellente, potrebbero riuscire a pagare la clausola del ragazzo finito in questo turbine di mercato. Non sarebbe la prima volta che un’italiana arriva su un brasiliano prima del Barcellona e questo caso con l’ultimo precedente condivide un fattore. Il precedente si chiama Gerson e il fattore si chiama Walter Sabatini. Servono altre spiegazioni? Gli ostacoli valgono per tutti però. Troppi centrocampisti a Barcellona, poca disponibilità economica a Milano. La svolta potrebbe risiedere in un colpo di mano da una delle due parti ma quello che è certo è che Arthur non ha ancora posato con la maglia dell’Inter.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy