Arriva Maxim Gullit! È nata una stella sulle orme di papà Ruud e dello “zio” Cruijff?

Arriva Maxim Gullit! È nata una stella sulle orme di papà Ruud e dello “zio” Cruijff?

Pasquetta di rivelazioni nel calcio europeo: il difensore olandese 17enne ha esordito con le riserve dell’AZ Alkmaar. Dopo papà Ruud un altro Gullit è pronto a fare la differenza? Se buon sangue non mente, ci sarà da divertirsi…

di Redazione Il Posticipo

Le treccine non ci sono ancora, ma un giorno spunteranno? Sarebbe un bel regalo per gli addetti ai lavori e tutti gli appassionati di calcio… che intanto si godono il suo strepitoso talento! Pasquetta dolcissima nella Serie B olandese per Maxim Gullit, che nel suo uovo di cioccolato ha trovato una sorpresa stupenda, quella che tutti i figli d’arte cresciuti a calcio e pallone sognano, nonostante il cognome che portano sulla spalle sia tutt’altro che leggero.

ESORDIO – Come riportato dal Sun, il difensore 17enne figlio della leggenda rossonera Ruud Gullit ha fatto il suo esordio tra i professionisti nella partita tra la capolista Twente e lo Jong AZ Alkmaar, la squadra riserve che potrà ricordare un giorno di aver lanciato un simile figlio d’arte nel calcio professionistico. Nel quarto d’ora finale l’ingresso del difensore ha dato una grossa mano ai suoi compagni per strappare un prezioso pareggio senza gol sul campo della corazzata che sta dettando legge nella Serie B olandese e punta alla promozione in Eredivisie. Chi ben comincia è a metà dell’opera? Anche chi può vantare una parentela calcisticamente importante!

NEL SEGNO DI CRUIJFF – Il giovane Maxim è un figlio d’arte d’ambo le parti! Nelle sue vene infatti non scorre soltanto il sangue del grande Ruud, ma anche quello della leggenda Johan Cruyff: sua madre infatti è Estelle Cruijff, nipote del tre volte Pallone d’Oro nonché più il giocatore olandese più grande di tutti i tempi. La gioia per l’esordio del figlio con la squadra riserve dell’AZ Alkmaar l’ha spinta a condividere sul suo profilo Twitter una clip con una didascalia particolarmente affettuosa: “Sono tanto orgogliosa di mio figlio!”. L’esordio è stato fatto, adesso arriva il difficile. Maxim non vede l’ora di sbarcare nel mondo dei grandi sulle orme dei suoi leggendari parenti: ci riuscirà?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy