Argentina e Guardiola, contatto e… arrivederci

Argentina e Guardiola, contatto e… arrivederci

L’Argentina avrebbe cercato Guardiola dopo la spedizione disastrosa in Russia. La AFA e il tecnico del City si sarebbero messi in contatto poi però l’ingaggio ha fatto spaventare tutti…

di Redazione Il Posticipo

Argentina e Guardiola: contatto fugace, poi, però, non se n’è fatto nulla. La Federcalcio, secondo quanto riporta il Sun, ha fatto un tentativo per assicurarsi le prestazioni dell’attuale tecnico del Manchester City. Le parti si sono anche sentite, salvo salutarsi dopo che la federazione albiceleste è venuta a conoscenza del “cachet” del tecnico del City.

INGAGGIO – Le parole di Tapia confermerebbero le indiscrezioni. “ Abbiamo chiesto, era una possibilità, ma comunque ci abbiamo provato. Per ingaggiare Guardiola serve un portafoglio illimitato o un grande sostegno. Il suo ingaggio è altissimo avremmo dovuto chiedere dei finanziamenti per sostenerlo. Dico la verità, sapevamo guadagnasse molto, ma non pensavamo così tanto. Abbiamo provato a intavolare una trattativa ma il discorso si è interrotto”.

IDEA – L’idea Guardiola era nata non per caso. Fra liti, spaccature, pettegolezzi e dissidi dentro e fuori dal campo, la Seleccion ha raschiato il fondo del barile. Difficile andare più a fondo di così. L’AFA, del resto, avrebbe considerato alcuni fattori: a questa nazionale, più che dei campioni che già ha, serve un gioco e un allenatore carismatico, capace di tenere il gruppo unito e portarlo a remare in un’unica direzione. In questo senso, Guardiola è più di una garanzia. E avrebbe trovato diversi alleati: in primis Messi, che con lui ha vissuto gli anni più belli. E poi Aguero con cui ha condiviso la vittoria in Premier. Restava solo un ultimissimo particolare. Trovare l’accordo…

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy