Cose turche: Robinho ferma il Basaksehir e Arda Turan vede rosso

Cose turche: Robinho ferma il Basaksehir e Arda Turan vede rosso

Finale di stagione infuocato in Turchia. Il Sivasspor dell’ex milanista ferma in casa la squadra di Arda Turan, che si fa espellere per una spinta al guardalinee

di Redazione Il Posticipo
arda turan

Come creare un finale di stagione infuocato? Quest’anno c’è decisamente da prendere lezioni dalla Turchia. Tanto per cominciare, avere quattro squadre in quattro punti a tre giornate dalla fine, con tanto di bonus dato che sono tutte di Istanbul. Aggiungere le controversie tra Beskitas e Fenerbahce per la semifinale di coppa sospesa, il cui replay è stato disertato dai bianconeri. Guarnire con il fatto che il venti maggio, ultima giornata, tre delle quattro contendenti giocheranno a qualche chilometro di distanza l’una dall’altra. Ma soprattutto, shakerare con una bella dose di Arda Turan, che male non fa mai. A meno di non essere un arbitro o un guardalinee.

ROBINHO… – Fallire un’occasione importante non fa mai piacere a nessuno, ma in questo caso l’ex Barcellona ha perso decisamente la testa e, con tutta probabilità, perderà anche le restanti due giornate di campionato. Tutta colpa…di Robinho e del suo Sivasspor. Nell’anticipo della trentaduesima giornata, la squadra del brasiliano ha tenuto coriacemente testa all’Istanbul Basaksehir (in dieci da fine primo tempo) e alla fine ha conquistato un punto che potrebbe decidere il campionato. Un’autorete del portiere Volkan Babacan al minuto 93 rischia davvero di costare all’ex club del romanista Cengiz Under la possibilità di diventare per la prima volta campione di Turchia, dato che ora il Galatasaray può staccare tutti di almeno tre punti.

…E ARDA – Per la poca gioia di Erdogan, che continua a sperare che almeno una delle sue due squadre riesca comunque scucire il titolo dalle maglie del Besiktas. Il Sultano è da sempre tifoso del Fenerbahce, ma guarda con simpatia e appoggio al club più giovane di Istanbul, in cui tra l’altro gioca il suo figlioccio calcistico. Arda Turan è tornato in patria in questa stagione e, oltre a sposarsi con Erdogan come testimone d’eccezione, doveva guidare il Basaksehir alla gloria. Ancora non è certo che non sarà così, ma la reazione del turco alla rete subita all’ultimo minuto rischia davvero di rovinare tutto. Spinta al guardalinee per una decisione non apprezzata e meritatissimo cartellino rosso. E la partita è finita con l’ex interista Emre, capitano degli arancioni, in lacrime in mezzo al campo. Un remake anticipato del 5 maggio che il turco si sarebbe di certo risparmiato volentieri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy