Anche CR7…può perdere: minusvalenza clamorosa per la sua casa di Manchester

Anche CR7…può perdere: minusvalenza clamorosa per la sua casa di Manchester

Incredibile ma vero: anche una macchina da soldi come Cristiano Ronaldo, a volte, vede il segno meno sul suo…estratto conto. Anche se è complicato pensare che 700mila euro di perdita possano mettere in pericolo la stabilità finanziaria del portoghese…

di Redazione Il Posticipo

Incredibile ma vero: anche una macchina da soldi come Cristiano Ronaldo, a volte, vede il segno meno sul suo…estratto conto. Certo, complicato pensare che 700mila euro di perdita possano mettere in pericolo la stabilità finanziaria del portoghese, che tra sponsor e stipendio si avvicina sui 100 milioni di ricavi annuali. Secondo Forbes, il numero 7 della Juventus ha guadagnato nell’anno 2017 ben 93 milioni di dollari, più di qualsiasi sportivo al mondo. Eppure anche a lui capita di sbagliare un affare. Niente a che vedere con gli oltre 20 milioni di perdite della linea di abbigliamento di Zlatan Ibrahimovic, ma il cinque volte Pallone d’Oro fa una minusvalenza…di quasi un milione.

MEGA-COMPLESSO – Colpa, si fa per dire, del mercato immobiliare. Come riporta Mundo Deportivo, CR7 ha finalmente venduto la sua casa di Manchester per una cifra che si aggira sui tre milioni e mezzo di euro. Non poco, ma meno di quanto il portoghese l’ha pagata nel 2008. Per assicurarsi il complesso abitativo, con tanto di piscina interna, jacuzzi, sauna, sala giochi e l’immancabile palestra, disposti in cinque strutture in un enorme giardino, Ronaldo ha speso circa 4,2 milioni. Dunque, un passivo di 700mila euro, dovuto alla difficoltà di vendere la proprietà, sfociata nella necessità di abbassare il prezzo per attrarre compratori interessati.

GRAN BELL’AFFITTO – Per carità, per CR7 perdere una cifra del genere non è esattamente drammatico, ma le circostanze dell’affare lo rendono abbastanza particolare. Avendola comprata nel 2008, giusto un anno prima di lasciare Manchester per accasarsi al Real, si può tranquillamente dire che per quei 12 mesi, Ronaldo ha pagato…un gran bell’affitto, superiore al conto dell’hotel di Mourinho nei suoi due anni e spiccioli allo United. Ma del resto, persino Cristiano Ronaldo non può fare nulla contro la crisi economica, che ha colpito l’occidente proprio quando la villa è stata messa in vendita. Dal 2009 in poi, nessuno ha mai voluto sborsare il prezzo richiesto, pari a quello di affitto. E quindi le leggi del mercato hanno sconfitto CR7. Iscrivendosi alla lista (abbastanza ristretta) di chi ha saputo far perdere il portoghese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy