All’improvviso uno sconosciuto: il CT della Costa Rica…non sa chi sia Hazard!

All’improvviso uno sconosciuto: il CT della Costa Rica…non sa chi sia Hazard!

Non sapere chi sia uno dei calciatori più richiesti e considerati del pianeta, tra l’altro essendo un selezionatore che andrà al mondiale, non è il massimo della vita. Ma è quel che è successo all’allenatore della Costa Rica…

di Redazione Il Posticipo

Bravo quello lì, ma non so il suo nome. Può succedere, quando si ha di fronte una squadra pressochè sconosciuta. Ma non sapere chi sia uno dei calciatori più richiesti e considerati del pianeta, tra l’altro essendo un selezionatore che andrà al mondiale, forse è un pochino troppo. Ma è quel che è successo all’allenatore della Costa Rica, il buon Oscar Ramirez. Che si è trovato a commentare la sconfitta subita contro il Belgio, con i Diavoli Rossi che hanno strapazzato la sua squadra per 4-1, dicendo che “il numero 10 ci ha fatto male, non so il suo nome”. Piacere, Eden Hazard.

DISASTRO COSTA RICA – Ora il nome Ramirez se lo ricorderà, se non altro perchè il fantasista del Chelsea ha fatto davvero tanto male alla Costa Rica, che a occhio e croce non è neanche lontana parente della squadra che nel 2014 ha contribuito all’eliminazione dell’Italia. E non basta avere Keylor Navas, il portiere tre volte campione d’Europa con il Real, se non si prendono precauzioni contro i campioni che giocano dall’altro lato del campo. Ma del resto, non conoscendoli neanche, diventa abbastanza complicato poter pensare che qualcuno si sia preso la briga di studiarli… Per fortuna di Ramirez, era solo un’amichevole, anche se l’ultima prima del mondiale.

PRECEDENTI – Eppure in patria non è che l’abbiano presa molto bene. La gaffe, non la sconfitta. Anche perchè non è la prima volta che il CT della Costa Rica si dimentica…chi ha di fronte. Era già successo in precedenza e ora da quelle parti ne hanno abbastanza. Non si può avere un tecnico che non sa i nomi degli avversari. Sicuri? Beh, c’è anche chi in una situazione del genere ci ha vinto un Europeo. La Spagna, con il compianto Luis Aragones che prima della finalissima di Euro 2008 non riusciva proprio a ricordarsi come si chiamasse Schweinsteiger e aveva optato per un semplice “il numero 7”. Ma lì, perlomeno, si poteva immaginare qualche problema di pronuncia. Su Hazard, Ramirez non ha davvero scuse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy