Poco…Allegri e neanche fiduciosi

Poco…Allegri e neanche fiduciosi

Allegri, in vista del Napoli, valuta seriamente di riproporre la Juventus che ha vinto al Bernabeu. Una scelta che potrebbe mietere vittime eccellenti…

di Redazione Il Posticipo
Allegri

Allegri ha paura del Napoli? No. Piuttosto non si fiderebbe ciecamente dei propri uomini a disposizione. Il pareggio con il Crotone ha lasciato in eredità alcune certezze: senza Pjanic, è un’altra Juventus. E il 4-3-3 è probabilmente il modulo che calza meglio ai bianconeri. Anche a costo di esclusioni eccellenti.

MADRID – Inutile girarci intorno. La Juventus ha perso fiducia dopo il KO subìto con il Real Madrid. L’effetto si era fatto sentire anche contro il Benevento, ma la formazione sannita era davvero troppo debole perché potesse impattare con i bianconeri. Il Crotone, invece, c’è riuscito. E contro un Napoli gasatissimo? Beh, l’effetto Champions non ha lasciato solo scorie negative.

4-3-3 – La trasferta al Bernabeu è stata affrontata con moduli e scelte precise. Il 4-3-3 con Mandzukic, Costa e Higuain. Tutto lascia credere che la Juventus chiamata a giocarsi lo scudetto possa ricalcare, in tutto e per tutto, la squadra capace di dominare i Campioni d’Europa in casa loro. Ovviamente questa scelta miete delle vittime eccellenti, ma ad Allegri importa poco. L’indiziato numero uno per la panchina è Dybala. Sia per la botta presa alla caviglia, sia per l’apatia e l’inconsistenza dimostrata in campo. Anche contro la Sampdoria, la partita l’ha cambiata Douglas Costa.

DYBALA OUT – Allegri è pronto a prendere una decisione impopolare (ma neanche troppo) ma non eccessivamente rischiosa in termini di economia di gioco. Il tecnico toscano sembrerebbe intenzionato a giocarsi la sfida con chi gli offre maggiori garanzie possibili sul piano della continuità e della personalità. Ecco perché una maglia sembra già assegnata, ed è quella di Mandzukic. Perdere con il Napoli e mettere in discussione la vittoria dopo essere usciti dalla Champions rischierebbe di trasformare la stagione in un fallimento.

ALLEGRI – Il tecnico toscano ne è consapevole. Una vittoria del Napoli cancellerebbe anche tutte le attenuanti generiche concesse dall’arbitraggio di Oliver. Varie sacche di tifosi continuano a ritenere Allegri un allenatore non all’altezza di grandi traguardi europei e “aspettano” solo uno scivolone in campionato per scendere in piazza (virtuale, ovviamente) e manifestare il dissenso e la mozione di sfiducia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy