Niente squalifica per Aguero: legittima difesa, il tifoso voleva colpirlo

Niente squalifica per Aguero: legittima difesa, il tifoso voleva colpirlo

Aguero evita provvedimenti da parte del giudice sportivo dopo il parapiglia seguito alla sconfitta del Manchester City contro il Wigan. Decisivi i filmati dei tifosi per scagionare l’argentino.

di Redazione Il Posticipo

Invasione di campo, spinte, uno sputo e qualche schiaffo. E chissà perchè, non suona per niente strano sapere che c’è di mezzo un argentino. Ma non siamo al Monumental o alla Bombonera e il sudamericano in campo ha la maglietta del Manchester City. Siamo nella civilissima Inghilterra, i tifosi che sono in campo sono quelli del Wigan, squadra di Second Division che ha appena clamorosamente eliminato la squadra di Guardiola dalla FA Cup. E l’argentino è El Kun Aguero, che nel parapiglia è stato particolarmente coinvolto, al punto da mollare un bel ceffone a un supporter avversario. E l’aplomb del football di Sua Maestà va vagamente a farsi benedire.

Niente squalifica per Aguero

E l’ultima parola spetta alla giustizia sportiva, che, in maniera abbastanza inaspettata, ha deciso di non sanzionare Aguero, nonostante l’alterco sia avvenuto in campo e nell’immediato dopo-partita e quindi, in teoria, passibile di squalifica. Lunga come quella comminata a Cantona quando mollò un calcio volante a un tifoso del Crystal Palace? Beh, forse no, ma ci si aspettava perlomeno che il Kun saltasse la finale di Coppa di Lega contro l’Arsenal, dato che l’eventuale “pena” sarebbe stata scontata non in campionato, ma in una delle competizioni collaterali. Alla fine l’investigazione ha prosciolto Aguero da tutte le accuse, ma non sono mancate le accuse di favoritismo da parte della Football Association nei confronti del City.

Uno sputo di troppo da parte del tifoso

In realtà ciò che dovrebbe aver scagionato l’argentino è uno dei tanti filmati raccolti proprio dai tifosi del Wigan, che stavano riprendendo la loro storica vittoria e invece hanno inconsapevolmente registrato l’incontro di pugilato tra il Kun e il tifoso di casa. Che evidentemente doveva essere un po’ troppo contento dell’inaspettato risultato e si è prima avvicinato ad Aguero in maniera molto poco rispettosa, poi ha sputato all’attaccante del City e ha tentato di colpirlo. Il contrattacco del calciatore del Manchester City è quindi stato derubricato a legittima difesa e non è stato sanzionato, neanche come…fallo di reazione. E alla fine si è salvato anche Pep Guardiola, che al fischio finale si era prima scatenato nei confronti dell’arbitro e poi, nel tunnel, nei confronti del manager del Wigan. E chissà che alla fine il risultato, che ha impedito al City di sognare un incredibile quadruple (campionato, FA Cup, League Cup e Champions League), non abbia soddisfatto abbastanza i “nemici” dei Citizens da soprassedere…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy