Juventus, a Madrid guerra e pace…

Juventus, a Madrid guerra e pace…

La Juventus non ha digerito l’eliminazione con il Real Madrid e Agnelli si farà sentire in ECA. In chiave mercato, però, è disgelo con Mendes…

di Redazione Il Posticipo

Madrid, Estadio Santiago Bernabeu, dove si è scritta l’ennesima, ma forse fra le più amare, pagine della storia della Juventus in Champions League. La notte nella capitale spagnola è stata quasi un romanzo: e come “Guerra e pace” lascia in eredità conflitti ed eventi destinati a mutare scenari ed equilibri. Solo che in questo caso, la penna per riscrivere la storia, vorrebbe averla in mano la Juventus e in particolare Andrea Agnelli…

AGNELLI, L’ECA E LA GUERRA A COLLINA? – No, quella eliminazione proprio non è andata giù. Il rigore decretato da Oliver è ancora vivo negli occhi e nella mente del presidente Andrea Agnelli che presto, in occasione della prossima riunione ECA, acronimo di European Club Association, di cui è presidente, cercherà proseliti per capire se vi siano le condizioni per sollevare Collina dall’incarico e introdurre la moviola in campo anche nelle competizioni UEFA. Missione non impossibile, considerando che anche la FIFA sta adottando il VAR in vista dei prossimi mondiali. E su Collina? Beh, la situazione è nota. Il presidente bianconero ritiene che il designatore, proprio per dimostrare la propria totale imparzialità, possa essere condizionato nella nomina degli arbitri destinati alle italiane. In questo senso, gli esempi e i precedenti non mancano. Resta da capire quanti e quali club sosterranno la possibilità di un cambio. Di certo le spagnole non possono lamentarsi…

DISGELO CON MENDES – Dalla guerra alla pace. La sfida con il Real è servita ad Agnelli e alla dirigenza bianconera anche per un’altra operazione diplomatica, fra l’altro messa da tempo in preventivo. Un “disgelo” con Mendez, dopo le incomprensioni degli anni scorsi che hanno causato diverse conseguenze. In primis, il mancato arrivo di alcuni giocatori appartenenti alla scuderia della Gestifute, di proprietà dello stesso Mendes. In questo senso, nel percorso di rifondazione della Juventus, vi sono diversi nomi che potrebbero interessare: da Cancelo a Andrè Gomes, passando per Ghoulam e, qualora entrasse nella scuderia Milinkovic-Savic. Quanto basta insomma, per chiarire i recenti malintesi e trovare larghe intese anche sul mercato in uscita. L’incontro, in questo senso, sembra proficuo. Adesso non resta che attenderne gli sviluppi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy