Florida, spari a un torneo di videogame: morti e feriti

Florida, spari a un torneo di videogame: morti e feriti

Almeno 4 persone sono morte e altre 11 sono rimaste ferite durante una sparatoria avvenuta a Jacksonville durante un torneo di qualificazione alla Madden Challenge, competizione che vede come protagonista il celebre videogame di football americano.

di Redazione Il Posticipo

Tragedia in un torneo di videogiochi in Florida. Secondo l’ANSA, almeno 4 persone sono morte e altre 11 sono rimaste ferite durante una sparatoria avvenuta a Jacksonville durante un torneo di qualificazione alla Madden Challenge, competizione che vede come protagonista il celebre videogame di football americano. Il GLHF Game Bar, all’interno di una zona ristorazione e svago chiamata The Landing, è stato infatti teatro di una sparatoria, registrata anche dalla trasmissione in diretta del torneo su internet, come spesso accade negli eSports. La partita live viene interrotta e si possono udire degli spari.

SPARATORIA – Uno dei videogamer coinvolti, il vincitore della scorsa edizione del torneo, ha riportato l’avvenuto su Twitter, dichiarando di essere al riparo dopo essere stato colpito alla mano da alcuni colpi di arma da fuoco. “Sono fortunato. Il proiettile ha colpito il mio pollice. Il peggior giorno della mia vita“. Uno dei sospetti, secondo i media americani, sarebbe morto, mentre non è ancora stata accertata la presenza di un’altro aggressore. Nel frattempo il profilo Twitter dello sceriffo di Jacksonville ha invitato gli abitanti a stare lontani dal luogo dell’attacco, mentre la polizia continua le ricerche per un possibile complice.

TESTIMONIANZE – Molte persone, secondo la CNN, si sono rifugiate in luoghi chiusi all’interno del Landing e la polizia ha avvisato tutti che verrà effettuata una perquisizione completa della zona. “Ci sono molte persone nascoste in zone chiuse. Vi chiediamo di stare calmi e rimanere nascosti. Le squadre d’assalto stanno svolgendo una perquisizioni e vi troveremo. Per favore, non uscite correndo“. Questo l’ennesimo tweet dell’ufficio dello sceriffo. Un testimone oculare ha dichiarato sui social network “Ho sentito solo che qualcuno aveva una pistola e ha cominciato a sparare. Una persona è entrata nel ristorante con ferite da arma da fuoco e ci hanno chiuso dentro“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy