Girotondo Ducati: tutti giù per terra e Marquez in cima…

Girotondo Ducati: tutti giù per terra e Marquez in cima…

Marquez domina il Gran Premio di Jerez, ma la gara lascia in eredità polemiche in casa Ducati. Dovizioso e Lorenzo dovranno chiarirsi…

di Redazione Il Posticipo

Bim, bum, bam e tutti giù per terra. Dal girotondo del Gran Premio di Spagna esce vittorioso Marquez. Lo spagnolo vince da padrone di casa e scava il primo solco sul mondiale. Le Ducati la combinano grossa. Dovizioso e Lorenzo se le danno di santa ragione in pista. Anche troppo. Scontro e strike (ne fa le spese anche Pedrosa). Risultato: Marquez s’invola verso il mondiale. E a Borgo Panigale dovranno parlarsi bene. E capire quali sono le priorità.

KAMIKAZE – Dovizioso, per la prima volta in carriera, abbandona i panni da ragioniere e si veste da kamikaze. Un comportamento insolito, quello del ducatista, che azzarda un sorpasso lì dove non dovrebbe. Dovizioso attacca con troppa foga in fondo al rettilineo. Una staccata al limite delle leggi della fisica e della logica. Lorenzo incrocia e si riprende la posizione, ma poi percorre la curva tagliandola di netto e centrando in pieno Pedrosa, che ha la sfortuna di trovarsi al posto sbagliato nel momento sbagliato. Impatto inevitabile. Lo spagnolo butta fuori il connazionele e, per effetto dello scontro, perde il controllo e centra anche Dovizioso. Uno strike che condanna le rosse. Sul podio, contro ogni pronostico, Zarco e Iannone. Difficile che in tre davanti cadano tutti assieme, ma evidentemente può succedere.

ZONA ROSSA – La Ducati dovrà spiegare e spiegarsi diverse cose. In primis, chi è la prima guida? Se Lorenzo avesse lasciato passare Dovizioso, che ha forzato la manovra per impostare una gara diversa e comunque inseguire Marquez, probabilmente le due Ducati sarebbero sul podio. Lorenzo deve spiegare perché per ben due volte, superato da Dovizioso, che è in testa alla classifica mondiale, non ha lasciato strada. Il che non significa scansarsi, però evitare guai. Per sé stessi e la scuderia. Dovizioso, dal canto suo, dovrà chiarire perché affonda cosi tanto il colpo sul compagno di squadra. Lorenzo è sempre stato un pilota correttissimo, ma nella bagarre con il compagno ha chiuso la traiettoria e anche…la vena. Dall’Igna ha già tratto le sue conclusioni. “Dovizioso aveva il passo per stare con Marquez”. La sensazione è che il prossimo briefing, in casa della Rossa, sarà particolarmente caldo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy