“L’ho vinta anche io!”: da Orlandoni a…Loria, gli insospettabili che hanno alzato la Champions

“L’ho vinta anche io!”: da Orlandoni a…Loria, gli insospettabili che hanno alzato la Champions

La Champions regala serate che trasformano le vite di calciatori comuni o non eccelsi. Perfetti sconosciuti (o quasi) che si ritrovano a vivere la partita più importante dell’anno. E che alla fine alzano anche la Coppa.

di Redazione Il Posticipo

L’ho vinta anche io! (1996)

34268_simone_loria_1

In pura teoria, la finale di Champions dovrebbe racchiudere il massimo del calcio continentale in novanta minuti. Squadre fortissime e campioni indimenticabili si sono contesi la Coppa dalle grandi orecchie. Poi però arrivano serate che trasformano le vite di calciatori comuni o non eccelsi. Perfetti sconosciuti (o quasi) che magari giocano persino da titolari la partita più importante dell’anno. E che alla fine, in ogni caso, alzano la Coppa. L’esempio più lampante? Simone Loria, che da giovanissimo ha fatto parte della rosa della Juventus campione nel 1996, come ricorda proprio al Posticipo. “L’ultima Champions vinta dalla Juventus? Sono stato io a portarle fortuna…”. E l’ex difensore non è l’unico ad essere…campione quasi per caso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy