Da Milik a…Costinha: sliding doors Champions, quando un attimo cambia la storia

Da Milik a…Costinha: sliding doors Champions, quando un attimo cambia la storia

Certo, con i “se” e con i “ma” non si fa la storia, ma il Liverpool deve certamente ringraziare… Milik. Il gol sbagliato dal polacco nell’ultima partita del girone è la prima e forse più importante sliding door di questa Champions. E gli esempi non mancano anche in passato…

di Redazione Il Posticipo

Niente remuntada

“E se…”. Due semplici parole in grado di modificare un destino. Certo, con i “se” e con i “ma” non si fa la storia, ma è impossibile non pensare a quello che poteva essere. Nel caso del Liverpool c’è per esempio da ringraziare Milik. Il gol sbagliato dal polacco nell’ultima partita del girone è la prima e forse più importante sliding door di questa Champions. Se il Napoli avesse pareggiato ad Anfield, avrebbe eliminato i Reds e non ci sarebbe stata nessuna remuntada leggendaria contro il Barcellona. È il fascino di questa competizione, dove basta un dettaglio per capovolgere una storia intera. E gli esempi non mancano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy